rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Digiuno terapia per curare la sclerosi multipla, lo studio del medico indagato non sarà sequestrato

la Cassazione ha rigettato il ricorso del pm per il sequestro dello studio del medico indagato dalla procura per la morte di una paziente affetta da sclerosi multipla

La “battaglia” sul sequestro dello studio medico del chirurgo già indagato dalla Procura di Perugia per omicidio colposo ai danni una paziente affetta da sclerosi multipla curata con la digiuno terapia, termina con la decisione della Cassazione. I giudici hanno rigettato il ricorso del pm, presentato dopo che il riesame aveva disposto il dissequestro dello studio.

I sigilli allo studio medico erano scattati ad agosto scorso. Lo studio era stato sequestrato dai Nas su richiesta del pm – poi convalidato dal gip- per la mancanza dell’ autorizzazione regionale all’esercizio dell’agopuntura. L’avvocato Giacomo Chiuchini,  aveva però presentato istanza al riesame, i giudici a settembre avevano disposto la  restituzione dello studio per l’esecuzione del dissequestro.

L’ultima tappa è finita con la Cassazione che ha rigettato il ricorso, ma la vicenda giudiziaria che lo vede indagato per la morte colposa della paziente sarda Maria Carmela De Muro, affetta da una malattia invalidante e sottoposta  alla terapia estrema del medico, è ancora in piedi. Cruciale sarà, infatti, la perizia del Ctu Marco Di Paolo: la consulenza dovrà accertare se la terapia abbia un nesso oppure no con la morte della donna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digiuno terapia per curare la sclerosi multipla, lo studio del medico indagato non sarà sequestrato

PerugiaToday è in caricamento