menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Narducci, Cassazione riapre processo ma non si ripartirà dal doppio-cadavere

Esulta la difesa della famiglia Narducci: decade l'accusa di associazione a delinquere legata direttamente al presunto doppio cadavere. "Chiuse ormai tutte le illazioni: Francesco si è suicidato"

Se da una parte si riapre il processo sulla morte di Narducci, dall'altra però decade uno dei pezzo fondamentali dell'accusa: ovvero l'associazione a delinquere che sarebbe stata messa in piedi per nascondere la verità sulla morte di Narducci - per strozzamento e non per suicidio -. E quindi addio anche all'ipotesi di doppio cadavere? Sembra di sì. Per l'avvocato della famiglia Francesco Falcinelli la decisione della Cassazione appare più come una vittoria che una sconfitta. "L'associazione a delinquere era l'architrave del processo, l'accusa sulla quale si incentrava l'inchiestà e ad essa era tra l'altro legata l'ipotesi del cosiddetto doppio cadavere. Esprimo soddisfazione  per la pronuncia della Cassazione che ha ribadito l'insussistenza del reato associativo. Ha cosi' definitivamente chiuso ogni illazione. Francesco Narducci - ha concluso l'avvocato Falcinelli - è morto per un suicidio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento