menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come il Turreno potrebbe rilanciare il centro storico, da sala per i grandi eventi a spazio per la cultura della città

Quali sono le prospettive per la rinascita dell'ex cinema Turreno, nel cuore del centro storico? Tanti i cittadini che hanno partecipato al dibattito aperto in Consiglio Comunale per discutere sulla vita di questo spazio, caro alla città

C'è chi lo ricorda come il cinema del centro, a cui si andava nei lunghi pomeriggi invernali per vedere un film e fare due chiacchiere al bar accanto. C'è ancora, chi lo menziona fra i luoghi cittadini più importanti di Perugia e dell'acropoli, inaugurato nel 1891 su disegno dell'archietto Alessandro Arienti: fatto sta che dopo la sua chiusura, tante sono state le proposte per cercare di rilanciare questo spazio per la comunità. Ad oggi, senza nessun risultato concreto. Ma un futuro certo è quello che chiedono a gran voce cittadini, operatori culturali e rappresentanti della città, che oggi pomeriggio hanno partecipato al dibattito aperto in Consiglio Comunale a Palazzo dei Priori per esprimersi sulla possibile rinascita di questo spazio. 

Quale sarà il futuro dell'ex cinema Turreno? Anche i cittadini sono invitati a dire la loro, come partecipare

Una importante occasione di dibattito sui progetti di riqualificazione e di nuova destinazione dell’ex-Cinema Teatro Turreno, alla presenza di esperti e professionisti, associazioni ed organizzazioni, cittadini e istituzioni culturali, anche alla luce del protocollo d’intesa tra Regione Umbria, Comune di Perugia e Fondazione Cassa di Risparmio sottoscritto il 27 luglio 2015, per ridare vita e futuro a questo spazio, caro alla nostra città. 

Acquistato il Turreno: sarà il cuore dell'acropoli con concerti, convegni e museo Umbria Jazz

"Un contenitore di stimoli ed idee e uno spazio per grandi manifestazioni, cerchiamo di capire quali sono i bisogni per portare avanti la struttura- ha sottolineato Angel Giorgi, presidente dell'associazione culturale Star.t. Anche Roberto Biselli dello storico Teatro di Sacco, intervenuto al dibattito, ha manifestato l'importanza della riapertura di questo spazio per la città: "Il Turreno è una grandissima opportunità e deve essere reinserita tra le attrazioni di Perugia", ma produrre e gestire cultura è impossibile senza il supporto pubblico. Dobbiamo riappropriarci del centro storico, anche partendo da una struttura chiusa da anni, sperando anche che i perugini tornino a vivere l'acropoli. Aprirei poi un ragionamento anche per l'ex carcere"- ha concluso il regista e attore Biselli.

Ad intervenire al dibattito, anche Massimiliano Calpestano del Consorzio Abn, che ha ridisegnato il Turreno come "un portale di energie per la città. Ci siamo immaginati uno spazio che possa richiamare le persone più disparate, in grado di accogliere diverse iniziative. Insomma, una piattaforma che possa produrre contenuti e una struttura da immaginare su diversi livelli". Questa città non può avere un auditorium, è uno spazio fondamentale per tutta la città- ha voluto spiegare Vanni Capoccia, della Società Operaia Mutuo Soccorso.  

"Una grande piazza cittadina coperta, in cui diverse realtà si incontrano, dove i giovani possano trovare soluzioni e sperimentazioni, un luogo polifunzionale- spiega l'assessore Michele Fioroni- e che possa essere gestito da una rete di gestori, una  rete di professionalità del territorio. Ovviamente è difficile oggi ipotizzare un contenitore a solo appoggio pubblico". 

Anche Giacomo Leonelli, segretario regionale del Pd, è una occasione fondamentale per la città, uno spazio in cui tutte le istituzioni devono credere. Una città come la nostra ha bisogno di rilanciarsi sotto il profilo culturale, visto che vive di turismo. Uno spazio come il Turreno non può essere lasciato all'abbandono, ma credo debba diventare qualcosa di diverso, rispetto a quello che già c'è. Un luogo caratterizzante per Perugia, che merita uno spazio culturale all'altezza".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento