Cronaca

LA DENUNCIA "Emergenza incendi: non c'è un piano preciso e non abbiamo mezzi aerei"

Lo affermano le segreterie regionali di categoria FP CGIL, UIL PA, CISAL, CONAPO, CONFSAL e USB, che hanno espresso la loro profonda preoccupazione

L'accusa è pesante: il comando regionale dell'Umbria non avrebbe tutti i mezzi necessari per fronteggiare emergenze importanti in caso di incendi. Lo affermano le segreterie regionali di categoria FP CGIL, UIL PA, CISAL, CONAPO, CONFSAL e USB, che hanno espresso la loro profonda preoccupazione citando inoltre il giudizio negativo espresso sull'Umbria dal capo Dipartimento della Protezione Civile, Curcio: «ci hanno avvertito di non avere disponibile alcun mezzo aereo per intervenire, laddove ce ne fosse bisogno, sugli incendi boschivi particolarmente impegnativi. Purtroppo, la situazione di emergenza in UMBRIA, va ben oltre, anche rispetto alle risorse economiche e organizzative e rispetto alla disponibilità dei mezzi aerei".

I sindacati hanno chiesto un incontro urgente sia con la Presidente Marini che con il Prefetto Raffaele Canizzaro:  "Risulta al momento necessario ed inderogabile un intervento governativo ed una chiarificazione sulle attività, competenze e sulla definitiva assunzione in carico di attrezzature e funzioni, riferite agli incendi di bosco, come ad esempio la funzione di DOS (Direttori Operazioni Spegnimento), che essendo una funzione di coordinamento di soccorso aereo per lo spegnimento non può che essere, in maniera definitiva e specifica, assegnata al Corpo Nazionale VV.F. e al personale delle varie qualifiche che ad esso appartiene compresi gli ex lavoratori del CFS". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LA DENUNCIA "Emergenza incendi: non c'è un piano preciso e non abbiamo mezzi aerei"

PerugiaToday è in caricamento