Cronaca

Il Tribunale caccia da casa dei genitori un figlio pericoloso. "Stop a qualsiasi rapporto. Violenze ripetute"

Il provvedimento è stato oggi formalizzato all'uomo dagli agenti della Divisione Anti-crimine

Non potrà più abitare con gli anziani genitori, non potrà neanche più comunicare con loro e dovrà stare almeno a 300 metri di distanza dalla sua famiglia, compresa la sorella. Lo ha deciso il Tribunale di Perugia - atto eseguito dalla Divisione anti-crimine della Questura - dopo che l'anziana madre, ormai disperata e sentendosi in pericolo di vita, ha raccontato le violenze fisiche e psicologiche subite da lei e da suo marito. Il Gip ha ritenuto pienamente credibili le dichiarazioni della donna.

Il figlio, quindi, oggi, ha dovuto lasciare immediatamente la propria abitazione, che condivideva con gli anziani genitori, e gli è stato imposto il divieto di avvicinarsi a meno di 300 metri a questi ultimi ed alla sorella. Divieto anche di comunicare con loro con qualsiasi strumento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Tribunale caccia da casa dei genitori un figlio pericoloso. "Stop a qualsiasi rapporto. Violenze ripetute"

PerugiaToday è in caricamento