rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

L’odissea di un giovane: “Chiamate e richieste hot a tutte le ore, il mio numero finito in una chat porno”

La vicenda di un giovane professionista del Perugino vittima di uno scherzo di pessimo gusto. Il legale: "Farò una segnalazione anche al Garante della Privacy”

Chiamate, sms, di giorno e di notte, richieste e foto a sfondo sessuale. E’ la surreale vicenda di un giovane professionista del Perugino, ignara vittima di  qualcuno che, per un pessimo scherzo o forse solo per cattivo gusto - ha pensato bene di inserire il suo numero cellulare in una chat a luci rosse.  Una vicenda surreale e per certi aspetti non così rara, in fondo muoversi nell’anonimato della rete è ormai accessibile anche ai non addetti. L’uomo ha presentato denuncia contro ignoti ed ora vuole vederci chiaro e arrivare alla verità.

Il suo numero di telefono, online insieme al suo nome e cognome per questioni lavorative, è ora in pasto agli appetiti sessuali di chi in quella chat decide di dar sfogo alla propria sessualità. Nulla di scandaloso se è fra persone adulte e conseguenti e non vittime di un macabro gioco orchestrato per rovinare vita e reputazione di un professionista che con il web e con il proprio numero, ci vive.

“L’avvocato seguirà tutto l’iter, è certo che situazioni così possono rovinarti anche la vita. Mi sono arrivare chiamate di uomini dicendomi se ero Mara, Lara, ect.. via via avevo nomi diversi per gli incontri sessuali in chat” racconta la vittima.

Un calvario che ha inizio a maggio con improvvise chiamate, anche anonime e a tarda notte. “Sono arrivato a ricevere anche dieci, quindici chiamate nell’arco di dieci minuti, sms, messaggi su whatsapp, foto. Io ci lavoro con il telefono e per me è iniziato a diventare un problema anche solo rispondere ai miei clienti, visto che ho la linea spesso intasata da chiamate hard".  Nella chat pubblica hot si può accedere solo con nickname e il suo numero era lì, in bella vista. "Mi sono arrivati messaggi espliciti di masturbazioni via chat, solo per raccontarne una".

Il racconto del giovane prosegue: "Tramite il mio legale (avvocato Michele Gambini) ho sporto denuncia e ho chiesto al sito di bloccare l’indirizzo IP di colui che mi ha inserito, ma molti non trovano la forza per rivolgersi a chi di dovere". L’avvocato: “Sono situazioni molto gravi, farò una segnalazione anche al Garante della Privacy”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’odissea di un giovane: “Chiamate e richieste hot a tutte le ore, il mio numero finito in una chat porno”

PerugiaToday è in caricamento