menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costretto a spogliarsi nei bagni dai buttafuori di una discoteca a Riccione, arriva un'altra denuncia

Il giovane, attraverso il suo legale, ha sporto denuncia per violenza privata. Il fatto accaduto lo scorso luglio in un noto locale della riviera

Dopo il racconto choc di un giovane perugino che ha denunciato di essere stato sequestrato, spogliato e picchiato da alcuni buttafuori di una nota discoteca di Riccione, c'è un altro giovanissimo umbro che sarebbe stato vittima dei metodi "poco ortodossi" degli addetti alla sicurezza dello stesso locale. L'avventore, che aveva deciso di trascorrere una domenica d'estate (luglio 2017) in compagnia di altri due amici in discoteca, sarebbe stato prima condotto all'interno del bagno, e poi obbligato a spogliarsi per procedere al controllo delle droghe.

Anche lui, attraverso il suo legale Luigi Santioni, ha sporto denuncia querela per violenza privata. Il modus operandi è lo stesso di quello già in precedenza denunciato: sono passate le 23 e i giovani sono in fila per entrare in discoteca quando ad un tratto vengono condotti nei bagni dagli addetti della sicurezza del locale per un controllo approfondito. Fin troppo, secondo la denuncia del ragazzo: obbligato a spogliarsi completamente nudo, fino a rimanere senza mutande all'interno di un bagno nonostante avesse chiesto spiegazioni su quel comportamento adottato. Ma senza ricevere risposta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento