menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Umbria, la Fase 2 non viaggia in treno. "Tagliati regionali per Firenze e andare a Roma diventa difficile"

La lunga lista dei disagi, treno per treno, elaborata dal comitato regionale dei pendolari umbri

Una ripartenza non proprio lampo, anzi. E' questo il giudizio dato dal coordinamento regionale dei pendolari per i servizi messi in campo per la Fase 2, con tanto di ritorno degli spostamenti a livello regionale, da Trenitalia per l'Umbria. Diverse linee, definite cruciali, non sono state ancora ripristinate e altre invece sono ridimensionate. Denuncia il coordinamento: "Dal 14 Giugno p.v., i treni regionali veloci 3159 Firenze – Foligno e il 3162 Foligno – Firenze non saranno più effettuati, mentre quelli  2483, 2487, 2327 saranno limitati ad Orte invece di arrivare a Roma Termini e conseguentemente i RR.VV. 2324, 2490 e 2492 partiranno dalla Stazione di Orte anziché da Roma Termini".

Ciò che più colpisce i pendolari, oltre alla soppressione della coppia per Firenze, è il fine corsa ad Orte dei treni da e per Roma: si parla del RV2324 Roma/Ancona partente alle 13:28 arrivo 17:37 corrispondente del 2327, del RV2490 Roma/Perugia partente alle 19:04 arrivo 21: 35 ultimo servizio diretto per il capoluogo umbro, del RV2492 Roma/Terni partente alle 22:40 arrivo 23:39  ultimo servizio diretto per l’Umbria coincidente con bus per Foligno, del RV2483 Perugia/Roma partente alle 11:58 arrivo 13:56 corrispondente del 2484, del RV2487 Perugia/Roma partente alle ore 15:56 arrivo 18:35 corrispondente del 2490, del 2327 Ancona/Roma partente alle 18:25 arrivo 22:25, corrispondente del 2492.

"Non comprendiamo - continuano dal coordinamento - le scelte di cui sopra, che creeranno, certamente, ulteriori disagi a chi utilizza il treno, causate sia dal taglio del carico, che dalla disabitudine ad un servizio, con minori, futuri, introiti da bigliettazione, conseguente al fatto di non sapere se la decisione di attestare il materiale nella città laziale sia “temporanea” o “definitiva”. Che porterebbe, altresì, ove fosse questo ultimo caso, il conseguente rischio di perdere le tracce di detti treni sulla AV/AC Roma/Firenze, a favore di altri servizi. Infine, volevamo far notare che da Perugia per andare a Roma in macchina ci sono tre o quattro cantieri ….uno sul viadotto Genna (Perugia), poi a Ponte San Giovanni proprio sullo svincolo di Assisi e Terni con file interminabili, un altro altezza Marsciano, per non parlare della chiusura, proprio di questi giorni, del viadotto Montoro sulla SS675 da e verso l’autostrada A1, per cui forse più servizi diretti su Roma servirebbero". I pendolari hanno chiesto alla Regione e Trenitalia di fare chiarezza e rivedere immediatamente le decisioni prese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento