menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via delle Cantine, la stupidità graffitara colpisce ancora: imbrattato il vespasiano recentemente inaugurato

Armati di pennarello a punta grossa, “decorano” a modo loro l’ambiente, realizzando una greca di ghirigori

Via delle Cantine, la stupidità graffitara colpisce ancora. Vittima il vespasiano recentemente inaugurato.

Una struttura della quale nemmeno il più acerrimo contestatore mette in discussione l’utilità. È pur vero che l’orinatore seriale è sempre in agguato. Ma, nel complesso, la situazione igienica (e olfattiva) pare decisamente migliorata.

Ebbene, c’era da aspettarselo. Come si dice, “la mamma del cretino è sempre incinta”. Ma, in tempi recenti, i parti plurigemellari sono davvero numerosi.

Cosa ti pensano i moderni barbari? Sarebbe bello lasciare la propria firma anche all’interno di quella discreta “ritirata” (come stava scritto una volta sui bagni delle Stazioni ferroviarie).

Che ti fanno quegli scervellati? Armati di pennarello a punta grossa, “decorano” a modo loro l’ambiente, realizzando una greca di ghirigori che, anche a volerci trovare del bello, risultano semplicemente pietosi.

Dicono che si tratti di una firma e che, così facendo, lo sciagurato abbia “segnato” quel luogo. Come fanno le razze canine che delimitano la propria zona a furor di pisciate.

E sia detto senza offesa, anzi col massimo rispetto… per gli intelligenti amici a quattro zampe. Loro, almeno, sono fedeli al padrone, fino ad assumere tratti d’umanità. Questi sono invece rabbiosi “cani sciolti”. E non servono proprio a niente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento