menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da set cinematografico a discarica: ecco che fine ha fatto la bottega della Spagnoli

Quei locali furono restituiti a dignità oltre un anno fa quando, durante le riprese della fiction "Luisa Spagnoli", furono affittati dalla Rai per realizzarvi il set della prima confetteria dell'imprenditrice

Quando la maleducazione dilaga. Luisa, addio! Dopo lo splendore della tua “bottega”, lo schifo del degrado.In via Ulisse Rocchi ci sono dei bellissimi locali, da anni in vendita. Ma quegli ampi vani – che furono sede di una tipografia e del laboratorio di restauro della Soprintendenza – sono ormai ridotti in condizioni pietose.

Dato che la maleducazione imperante ne ha fatto ricettacolo di ogni sorta di immondezze. Difatti, attraverso le maglie larghe delle due serrande che si aprono sulla pubblica via, vengono gettati  pacchetti di sigarette vuoti, incarti di merendine, bicchieri e bottiglie di plastica, blister e contenitori di Estathè. Insomma: quanto di peggio si decide di sottrarre al cestino dell’immondezza per accumularlo in orribile vista in quel punto.

Quei locali furono restituiti a dignità oltre un anno fa quando, durante le riprese della fiction “Luisa Spagnoli”, furono affittati dalla Rai per realizzarvi il set della prima confetteria, aperta dalla dinamica imprenditrice perugina (anche se, per la storia, la sede vera fu sotto via Alessi, in via Angusta).

La ricostruzione, anche esterna,  in perfetto stile liberty, era in legno laccato e conferiva alla vista un valore aggiunto di bellezza. Tanto che si pensò di chiedere alla produzione di lasciare in loco quei materiali che comunque, al termine delle riprese, sarebbero stati distrutti.

La richiesta da parte del Comune non ci fu e l’insieme fu smontato e rottamato. Con quale risultato? Che oggi quelle serrande colabrodo lasciano passare ogni tipo di sporcizia che i maleducati decidono di infilarvi. Lanciandola? No, inserendola con una cura degna di miglior causa. Solo per lo sfizio assurdo di degradare la città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Attualità

Coronavirus, Vaccine Day in Umbria: 5.387 dosi somministrate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento