rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Sovrappasso di via Settevalli, la protesta dei cittadini: "Chiuso per i pedoni, ma non per chi si vuole drogare"

Transennato da due anni è diventato rifugio per tossicodipendenti o luogo dove gettare rifiuti

Protestano i residenti di via Settevalli per le condizioni in cui versa il sovrappasso all'atezza dei semafori all'incrocio con via Martiri dei lager e via Caprera. Sovrappasso ormai chiuso da tempo al transito pedonale e utilizzato come luogo per consumare droga o gettare rifiuti.

Un lettore ci invia le foto che attestano lo stato di abbandono e di degrado del sovrappasso. "Manufatto dello stato del quale abbiamo chiesto più volte notizie, senza ricevere risposta - scrivono i residenti - Ora ci segnalano la presenza continua di tossicodipendenti che non trovano di meglio che gettarvi le siringhe dopo l'uso".

Gli sbarramenti messi ai due ingressi del sovrappasso, delle semplici transenne, "impediscono di usufruire del sopraccitato passaggio, impediscono anche che si possa provvedere alla rimozione delle siringhe - si legge nella nota dei residenti - Anche a nome di altri che abitano o lavorano in zona, vorremmo sapere quando verrà ripristinato il passaggio, chiuso oramai da quasi due anni, vista la sua importanza".

Sovrappasso di via Settevalli, protestano i residenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sovrappasso di via Settevalli, la protesta dei cittadini: "Chiuso per i pedoni, ma non per chi si vuole drogare"

PerugiaToday è in caricamento