Cronaca

Dopo il lockdown si vive… peggio di prima. La denuncia di un cittadino esasperato. Sporco, schiamazzi e inciviltà

Decine e decine di persone che festeggiano tutta notte nel piccolo parco che sta all'incrocio tra via Diaz e via Martiri dei Lager

Dopo il lockdown si vive… peggio di prima. La denuncia di un cittadino esasperato. Sporco, schiamazzi e inciviltà.

“Dalla fine del lockdown, tutti i venerdì e sabato sera verifichiamo - sarebbe meglio dire ‘subiamo impotenti’ - l'invasione di decine e decine di persone che festeggiano tutta notte nel piccolo parco che sta all'incrocio tra via Diaz e via Martiri dei Lager”.

I risultati si sentono di notte e… si vedono al mattino.

“Oltre al rumore insopportabile, che impedisce il riposo notturno, questi "alieni" lasciano di tutto. La situazione è ormai degenerata a livelli assolutamente inaccettabili”.

Cosa succede?

“Partite di calcetto fino al mattino, tra mangiate e bevute”

Che altro?

“Feci e orina ovunque: tra i cespugli e sui sentieri. Al mattino, chi va a spasso col cane trova di tutto, anche cose non riferibili. Uno spazio pubblico è diventato privato. E precipitato nel degrado”.

E nessuno interviene?

“Stamattina – prosegue il lettore – alle 5:45, dopo una notte passata a rigirarmi nel letto, ho chiamato il 112 denunciando gli schiamazzi”.

Con quali esiti?

“Nessuno si è fatto vivo”

Avete chiamato la Municipale?

“Dicono che non possono intervenire!”.

Conclusione.

“C’è chi la chiama riqualificazione delle periferie. Forse era preferibile lasciare tutto come stava”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il lockdown si vive… peggio di prima. La denuncia di un cittadino esasperato. Sporco, schiamazzi e inciviltà

PerugiaToday è in caricamento