menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le Logge di Braccio ritornano allo schifo: orinatoio a cielo aperto, degrado e rifiuti

Ma è mai possibile che non si riesca a mantenere in condizioni dignitose questo segmento di città? E dire che le telecamere ci sono, che dovrebbero essere monitorate

La ripulitura delle logge della Cattedrale rischia di tradursi in un inutile lusso, se si lascia che il degrado torni a regnare su questo luogo storico di Perugia. Intanto hanno ripreso vigore le frequentazioni precedenti all’intervento di Guarducci. Già dai giorni scorsi si assiste, infatti, al solito, continuo andirivieni di uomini e bestie che riducono il luogo all’ecce homo.

L’altra sera, sui travertini giacevano bottiglie di birra e di vino, incarti di pizze, residui di cibo, e si percepiva distintamente l’olezzo di deiezioni fluide. Ma è mai possibile che non si riesca a mantenere in condizioni dignitose questo segmento di città? E dire che le telecamere ci sono, che dovrebbero essere monitorate. Ma tutto cade nell’indifferenza generale, nel ridicolo “ma chi te l fa fa’?”. Si dice: la municipale non può allontanare le persone, se non compiono atti illeciti. Ma è lecito bivaccare, mangiare, bere e fare dell’altro in aderenza alla chiesa cattedrale della città? Non c’è un’ordinanza che vieta certi comportamenti che sono, quanto meno, contravvenzionabili? Ma è proprio vero che si deve abbandonare la città a se stessa e all’inciviltà di alcuni?

Il bello è che le cose stanno tornando peggio di prima e che certi assembramenti cominciano dalla mattina presto. E, non di rado, le discussioni degenerano il liti: bell’esempio per i turisti… quelli che resistono! Quanto alle transenne e al nastro rosso (a destra nella foto) posto dal Comune sotto la statua di Giulio III, ad impedire l’accesso da quel lato, due ci sembrano le osservazioni da fare.

La prima: le transenne vengono scavalcate, posto che ce ne sia bisogno. Oltretutto si può tranquillamente accedere alle logge dal varco aperto sul lato della Fontana di piazza. Per le transenne – ci informa il signor Gianluca Papalini – sono state messe “perché 2 coppi/tegole sono scivolate troppo in avanti dopo l'ultima scossa”. Legittima la domanda: cosa aspettano a sistemarle, che cadano sulla testa di qualcuno? 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento