rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca

"Cocci di vetro e puzza, non passate ai Tre Archi", i residenti protestano per le condizioni dei giardini e per le frequentazioni

Segnalati episodi di spaccio, furti nelle auto in sosta e la trasformazione dell'area in dormitorio e bagno all'aperto

A primavera sono comparsi i senza tetto, dopo la chiusura del dormitorio allestito dal Comune e gestito dalle associazioni di volontariato. Poi sono comparsi gli spacciatori e i ladri.

La situazione dei giardinetti dei Tre Archi, come segnalato più volte dai lettori e da Perugia Today, è disastrosa.

“I Tre Archi ormai sono la nuova piazza di spaccio della città. Sono almeno una decina le persone posizionate lì tutto il giorno – scrive una lettrice - Non fanno altro che bere birra dalle 9 del mattino, drogarsi, urinare e defecare davanti a ragazzi e bambini”.

La lettrice, se ce ne fosse stato bisogno, lancia anche un allarme: “Non passate lì davanti o rischiate di essere colpiti da bottiglie di vetro o siringhe. Dell'odore e la schifezza per terra non ne parliamo…”.

Un paio di settimane fa avevamo raccolto un’altra segnalazione, sempre per la situazione di degrado e di pericolo, di furti avvenuti nelle auto in sosta, di sporcizia lasciata ovunque, bottiglie rotte e integre lasciate sotto le vetture. In quella occasione si rivolgeva un appello alle autorità per fare qualcosa per la sicurezza, ma anche ipotizzare l’alternativa di un ricovero per i tanti senza tetto che hanno passato la primavera e l’estate dormendo sulle panchine o per terra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cocci di vetro e puzza, non passate ai Tre Archi", i residenti protestano per le condizioni dei giardini e per le frequentazioni

PerugiaToday è in caricamento