Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Carpi – Perugia, tensione prima della partita: 13 Daspo per i tifosi del Grifo

Provvedimenti emessi per la partita del 26 marzo. Decisa l'archiviazione per 4 tifosi

 Quattro Daspo emessi dalla questura di Modena già arrivati, altri nove in fase di notifica per i tifosi biancorossi che il 26 marzo, durante la partita contro il Carpi. Poco prima dell’incontro valevole per il campionato di serie B, un gruppo di circa venti tifosi del Perugia, si trovava fuori all’area di prefiltraggio del settore ospiti in quanto essendo composto da persone non in regola con il possesso di un biglietto valido, erano state respinte dagli addetti alla verifica della regolarità dei titoli d’ingresso.

Tra questi, alcuni tifosi avevano il biglietto intestato ad altre persone, mentre altri erano in possesso di titoli per l’ingresso in altri settori dello stadio. Secondo le indagini portate avanti dalla Digos di Modena, il gruppo di supporter del Grifo a cui era stato negato l’accesso, avrebbe comunque preteso di entrare nel settore ospiti ed assistere alla partita incitando – si legge negli atti che hanno portato la Questura ad emettere i provvedimenti – gli altri tifosi presenti in quel momento sugli spalti della curva ospiti, a scendere e a uscire dallo stadio. 

Gli  steward, a quel punto avrebbero invitato il gruppo a indietreggiare avvisandoli che, qualora fossero usciti all’esterno, non avrebbero più fatto rientro nello stadio (perché vietato dal regolamento d’ uso della struttura sportiva). 

Nel frattempo un altro supporter si sarebbe arrampicato alla recinzione delimitante il muro di cinta per raggiungere gli altri, “desistendo solo quando il suo gruppo riusciva a forzare il blocco avvalendosi dell’ausilio di altri tifosi perugini travisati con sciarpe consentendo ai due gruppi di unirsi all’esterno dello stadio e di mischiarsi per eludere i controlli”.  

Per evitare di mettere a repentaglio l’incolumità di terze persone, la polizia ha preferito evitare qualsiasi azione repressiva anche ai tifosi “entrati illegittimamente in curva”. Degli iniziali 17 avvisi, quattro posizioni sono state archiviate.

Diversa la posizione della difesa. Nessun atto di violenza o disordine sarebbe provocato dai tifosi né all’interno né all’esterno dello Stadio dal momento che quanto accaduto era rivolto a dimostrare solidarietà a coloro che erano rimasti fuori dai cancelli e non certo a provocare incidenti. I tifosi sono difesi dagli avvocati Michele Nannarone, Walter Biscotti e Pierozzi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi – Perugia, tensione prima della partita: 13 Daspo per i tifosi del Grifo
PerugiaToday è in caricamento