menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dario Fo, amico di Perugia: i rarissimi disegni del Nobel per la letteratura

Questa stima fu dimostrata in più occasioni. Una per tutte è costituita dal dono di cinque disegni ispirati a Fo dalla lettura, in anteprima, del testo di Sergio Ragni "Malacucina"

Con  Fo scompare un amico di Perugia, città dove il Nobel intratteneva amicizie e collaborazioni. Non solo Alcatraz e Santa Cristina di Gubbio, dove è attivo il figlio Jacopo, Fo coltivava nel capoluogo umbro antiche e consolidate amicizie. Colleghi e sodali che, in più circostanze, lo chiamarono per spettacoli e occasioni speciali (come l’inaugurazione del teatro Brecht, cui Fo non poté intervenire causa indisposizione).

Tra le sue amicizie storiche, vanno ricordate quelle con Giampiero Frondini, al quale Fo concesse il raro privilegio di una versione perugina di “Mistero Buffo” talmente convincente da essere accreditata e ufficialmente “autorizzata” dal Maestro. Ma un rapporto ancora più stretto vi fu con Sergio Ragni, cui lo legavano molteplici interessi comuni: la passione per il teatro francese, la condivisione di valori ideologici e politici, l’attenzione alla cultura delle classi subalterne. Questa stima fu dimostrata in più occasioni. Una per tutte è costituita dal dono di cinque disegni ispirati a Fo dalla lettura, in anteprima, del testo di Sergio Ragni “Malacucina”. Libro dal quale Giampiero Frondini avrebbe poi tratto una fabulazione.

Fo si appassionò tanto alla lettura delle storie di “Malacucina” – ispirate a brani del Bonazzi, alle Cronache del Graziani, agli scritti di Ariodante Fabretti – che ne tirò degli schizzi memorabili. Ne fece dono a Sergio che gli chiese l’autorizzazione a inserirli nel volume, edito da Protagon nel 1991. Le tavole sono state riprodotte anche nella più recente riedizione per i tipi di Guerra. Gli originali fanno mostra di sé nell’ingresso dell’abitazione di Ragni in via Cialdini, a Monteluce. Amorevolmente custoditi da Eleonora Mosconi, vedova del regista e scrittore perugino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento