rotate-mobile
Cronaca

Dall'Umbria alla Sardegna con tre chili di cocaina nella borsa: in manette madre e figlia

Sono state bloccate al porto di Olbia subito dopo lo sbarco

A Olbia dall'Umbria con tre chili di cocaina.  Madre e figlia, di anni 43 e 23, residenti in Umbria, sono state arrestate al porto "Isola Bianca", dolpo essere sbarcate alla guida di un'autovettura di piccola cilindrata, nella quale i militari della Guardia di finanza hanno trovato lo stupefacente. . Le donne sbarcate alla guida di un’autovettura di piccola cilindrata, sono state trovate in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente.L'attenzione dei militari si è concentrata sullo stato di agitazione delle passeggere all’approssimarsi dei controlli. Durante l’approfondimento dei documenti i cani antidroga Betty e Daff hanno segnalato la borsa ai piedi del sedile anteriore del passeggero, dentro la quale sono stati trovati tre panetti abilmente confezionati per un totale di 3 chili di cocaina.

La sostanza sequestrata una volta tagliata ed immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre mezzo milione di euro.

Al termine delle operazioni, le due donne sono state arrestate con l’accusa di traffico di sostanze stupefacenti e poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tempio Pausania che ne ha disposto l’immediata traduzione presso il carcere di Bancali a Sassari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'Umbria alla Sardegna con tre chili di cocaina nella borsa: in manette madre e figlia

PerugiaToday è in caricamento