Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Da Roma le dosi di vaccino arrivano con il contagocce, scatta l'ipotesi di acquisto in proprio insieme ad altre regioni

L'assessore Coletto presenterà la proposta alla Giunta. Veneto ed Emilia Romagna stanno facendo cartello per acquistare scorte sul mercato internazionale e hanno bisogno di alleati...

"L'ho detto in consiglio regionale e lo ribadisco ora: i vaccini arrivano con il contagocce dal Commissario Arcuri. Noi abbiamo preparato tutto ma si è costretti a subire i tempi della distribuzione centralizzata": l'assessore regionale alla sanità, Luca Coletto, ha rimarcata ancora una volta la criticità, per smentire le opposizioni, che i magazzini sono vuoti e ogni dose che arriva viene somministrata a tempo di record dimostrando che non è colpa della macchina regionale.

Oltre 35mila le dosi somministrate in questa prima fase. In vista del 15 febbraio data dell'inizio della copertura degli ottantenni sia la Presidente Tesei che il ministro Coletto si stanno muovendo su due fronti diversi per ottenere un numero maggiore di vaccino. Se la Presidente ne ha richiesti oltre 50mila aggiuntivi al Commissario Arcuri anche in virtu della zona rossa che gran parte dell'Umbria subisce; dall'altra l'assessore regionale Coletto ha confermato a Perugiatoday.it che presenterà in Giunta una proposta per acquistare dosi in proprio per garantire la velocità giusta alla campagna umbra.

Ma come può fare la piccola Umbria a muoversi nei mercati internazionali dove hanno difficoltà governi nazionali? Semplice magari alleandosi con il Veneto, l'Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia che stanno facendo un cartello per acquistarne un quantitativo importante rivolgendosi a mediatori extra Ue. Tra l'altro la presenza di altre regioni sarebbe ben gradita perche, secondo quanto trapelato dalla Regione Veneto che ha rischiesto la bozza di un contratto, la quantita minima è di alcune decine di milioni.

I rapporti tra il Governatore Zaia e l'assessore Coletto sono ben risaputi e potrebbero permettere all'Umbria, se la Presidente rlascerà il suo benestare, di entrare nel cartello. Il vaccino dovrebbe essere quello della Pfizer e per il futuro c'è interesse anche per il russo Sputnik ma solo quando passerà il controllo delle autorità europee del farmaco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Roma le dosi di vaccino arrivano con il contagocce, scatta l'ipotesi di acquisto in proprio insieme ad altre regioni

PerugiaToday è in caricamento