A Perugia una mostra-racconto sui migranti in fuga, Papa Francesco: "Accogliere è cristiano"

La notizia di quest'iniziativa va a sensibilizzare le comunità locali verso i migranti che fuggono dai loro Paesi a cause di guerre, violenze, persecuzioni e fame. La mostra è visibile al Cva di Sant'Orfeto

C'è una mostra a Perugia che ricorda a tutti il dramma di chi fugge dal proprio paese per approdare, tra molte sofferenze e rischi, sulle nostre coste. Una mostra che parla di uomini e donne, bambini, muri che si innalzano, viaggi della speranza e di guerre, carestie e scontri religiosi che stanno alla base della migrazione obbligata.  Una mostra che ha commosso anche Papa Francesco che ha inviato tramite lettera il proprio grazie "per l'opera di sensibilizzazione alla accoglienza". Tutto questo si trova esposto al Cva di Sant'Orfeto e andrà avanti fino al 5 ottobre per permettere la visita alle scuole interessate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra-percorso fotografico attraverso i Paesi in emergenza umanitaria intitolata “Leb Shomeà. Un cuore capace di ascoltare” è stata organizzata da un gruppo di volontari molto motivati e coordinati da Cristiana Madau della Caritas dell’Unità pastorale delle parrocchie di Pierantonio, Ponte Pattoli, Solfagnano, Rancolfo, Civitella Benazzone e Badia di Montecorona, alla periferia nord dell’Archidiocesi, nei comuni di Perugia e Umbertide, un territorio di oltre 10mila abitanti con una significativa presenza di famiglie immigrate.
 
La notizia di quest’iniziativa, che ha riscosso successo a livello territoriale, va a sensibilizzare le comunità locali verso i migranti che fuggono dai loro Paesi a cause di guerre, violenze, persecuzioni e fame, è giunta anche in Vaticano raccogliendo il plauso del Santo Padre, che "incoraggia – prosegue il telegramma del Segretario di Stato – a considerare la presenza di tanti fratelli e sorelle migranti un’opportunità di crescita umana, di incontro e di dialogo tra culture e religioni, come anche un’occasione per annunciare e testimoniare il Vangelo della carità. Con tali sentimenti, Sua Santità invoca la materna protezione della Vergine Maria e volentieri invia la benedizione apostolica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

Torna su
PerugiaToday è in caricamento