menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

No alla convenzione con l'associazione dei Carabinieri: "Perugia non deve essere militarizzata"

Il centrosinistra è convinto che non serve l'aiuto dei militari in congedo per controllare i quartieri a rischio. Bocciata la proposta che veniva dagli ex Idv. Fabbri di Rifondazione: "A Perugia la situazione non è poi così critica"

Non sono le ronde dei cittadini né tantomeno guardie giurate in servizio, ma per la sinistra poca differenza fa. Ed è per questo che il Pd, Psi e Rifondazione hanno deciso di votare contro alla proposta (nata dai banchi della maggioranza) di una convenzione con l'associazione dei Carabinieri in congedo per aiutare la polizia municipale per controllare meglio i vari quartieri a rischio. La proposta portava la firma del consigliere ex Idv Zecca ed aveva raccolto il favore di tutta l'opposizione. Anche perchè l'associazione è formata tutta la personale qualificato e con grande esperienza in fatto di sicurezza. "L'idea era quella di utilizzare - ha spiegato Zecca - questo tipo di figura, altamente professionale, da affiancare alle forze dell’ordine in servizio, con ruolo di controllo e prevenzione al crimine, rafforzandone la presenza sul territorio". 

Il delegato alla legalità del Pd, Antonio Chifari, ha spiegato che non vi è necessità di militarizzare la città. Il consigliere di Rifondazione Fabbri ha ricordato che questo tema ricorre spesso in Consiglio Comunale e che molti hanno la tendenza a “cavalcarlo” con una buona dose di demagogia. “La situazione a Perugia non mi sembra così drammatica e temo che le soluzioni proposte non siano adatte. I cittadini, infatti, pagano le tasse anche per remunerare le forze dell’ordine ed i Magistrati ed a questi soggetti è demandata la cura e gestione della Giustizia. Già in passato l’opposizione ha proposto le cosiddette ronde e la maggioranza ha respinto l’idea, perchè ci sono altri soggetti preposti ad occuparsi della sicurezza. Non capisco, dunque, perchè oggi venga ripresentata la medesima proposta”. Ma siamo sicuri che quell'associazione non potesse essera d'aiuto?

CLASSIFICA SOLE 24 ORE: BOOM DI RAPINE, FURTI E SPACCIO A PERUGIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento