menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, vaccinati tutti i poliziotti e i vigili del fuoco della provincia di Perugia

Medici e infermieri della Polizia di Stato al lavoro a Perugia e Spoleto: vaccinate 2.206 persone. Al lavoro anche una dottoressa in pensione

Poliziotti e vigili del fuoco di Perugia vaccinati. Il questore Antonio Sbordone ha voluto ringraziare tutto il personale appartenente all’Ufficio sanitario della Questura di Perugia e dell’Istituto per Sovrintendenti della Polizia di Stato di Spoleto, per il servizio prestato in questo periodo e che ha permesso di sottoporre a vaccinazione anti Covid-19 tutto il personale della Polizia di Stato e dei Vigili del fuoco della provincia di Perugia.

"E’ stata una circostanza in cui – ha tenuto a sottolineare il questore – l’amministrazione ha fornito una prova veramente straordinaria di efficienza ma anche di grande solidarietà dove medici ed infermieri della Polizia di Stato hanno messo in secondo piano la propria vita personale per dedicarsi totalmente in questo delicato servizio".

Sono terminate ieri pomeriggio tutte le vaccinazioni effettuate nel territorio grazie a due punti dedicati alla profilassi vaccinale il primo, quello ubicato presso l’Ufficio sanitario della Questura di Perugia diretto dal medico principale della Polizia di Stato Francesco Lombardo, coadiuvato da tre infermieri della Polizia di Stato, mentre il secondo è stato quello realizzato presso l’Ufficio sanitario dell’istituto per Sovrintendenti della Polizia di Stato diretto dal medico superiore Lucia Gargiulo coadiuvata da un infermiere della Polizia di Stato.

Di particolare rilievo la preziosissima collaborazione del medico superiore in quiescenza della Polizia di Stato Rosella Ferrovecchio che, nonostante la cessazione dal servizio attivo nelle forze dell’ordine, vista l’emergenza del fenomeno pandemico, ha garantito totale disponibilità per il raggiungimento dell’obiettivo finale, garantendo il proprio operato nell’intero periodo, per tutto l’arco delle giornate.

Data l’eccezionale circostanza emergenziale, del personale della task force dell’Ufficio Sanitario della Questura di Perugia, ha fatto parte anche un appartenente alla Polizia di Stato normalmente adibito a servizi info-investigativi, ma in  possesso della qualifica di infermiere, mentre, tra le fila dell’hotspot dell’Ufficio sanitario dell’istituto per Sovrintendenti della Polizia di Stato di Spoleto si è potuto contare su un frequentatore del corso per vice ispettore tecnico presso l’Istituto per ispettori di Nettuno.

In totale sono stati inoculate 1.103 unità vaccinali, 813 presso la Questura di Perugia e 290 presso la Scuola di Spoleto, destinate ad appartenenti alla Polizia di Stato ed ai Vigili del fuoco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento