Coronavirus, sindacati contro la Regione: "Coletto rinvia il confronto, Rsa di Perugia trasformata in struttura Covid"

Nota congiunta di Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl dell’Umbria: "C'è una grande urgenza di intervenire, ascoltando la voce di lavoratrici e lavoratori, che sono ogni giorno più esasperati"

Salta l'incontro tra sindacati e Regione Umbria. "L’assessore Coletto rinvia il confronto con i sindacati sull’emergenza sanitaria previsto per oggi pomeriggio per non meglio precisati “impegni istituzionali”. Riteniamo che in questo momento le lavoratrici e i lavoratori della sanità umbra dovrebbero essere la priorità per l’assessore". A scriverlo, in una nota congiunta, sono Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl dell’Umbria. E ancora: "Consideriamo estremamente grave il rinvio, anche perché, visti i tassi di crescita dell’infezione e la saturazione dei posti letto, non solo nelle terapie intensive, ma in tutti i reparti covid, con conseguente annullamento anche di altre importanti attività ordinarie, c’è una grande urgenza di intervenire, ascoltando la voce di lavoratrici e lavoratori, che sono ogni giorno più esasperati". 

Coronavirus, la Cgil Perugia contro la Tesei: "Situazione insostenibile, siamo al 'si salvi chi può'"

E non è finita qui: “Apprendiamo che è stata presa la decisione di convertire in struttura Covid la Rsa Casa dell'Amicizia A. Seppilli di Perugia. Una decisione presa ancora una volta senza alcun confronto o coinvolgimento del personale e delle organizzazioni sindacali rappresentative - sottolineano i sindacati - che inevitabilmente genera grande apprensione nelle lavoratrici e nei lavoratori di quella struttura, vista la grave carenza di dispositivi di protezione e l'inadeguatezza della struttura stessa, mancanza di percorsi dedicati, di zone filtro per la vestizione, di docce per il personale, di formazione specifica, etc".

Coronavirus, la Cgil contro la Tesei: "L'ospedale di Pantalla è di nuovo chiuso"

Per Cgil, Cisl e Uil "è l’ennesima dimostrazione di quanto ci sia bisogno di scelte oculate, di programmazione e del coinvolgimento di chi sta davvero in prima linea e conosce difficoltà e bisogni del sistema - concludono i sindacati - Per questo noi diamo disponibiità h24 da subito alla Regione: aspettare ancora sarebbe veramente incomprensibile per le lavoratrici e i lavoratori della sanità umbra". E quindi, "Per manifestare la preoccupazione dei lavoratori e rivendicare il diritto al loro coinvolgimento", Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl "organizzeranno, nel totale rispetto delle normative anti-covid, un presidio davanti alla Rsa Seppilli, in via della Pallotta 42 a Perugia, domattina, 28 ottobre, alle ore 9.00". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento