rotate-mobile
Cronaca

Vaccino contro il Covid, l'annuncio della Regione: "Anche l'Umbria sarà pronta per la quinta dose"

Coletto: "Nel giro di qualche giorno, i cittadini che rientrano nella fascia individuata dal Ministero, potranno effettuare la prenotazione"

Quinta dose del vaccino contro il coronavirus, l'Umbria si prepara per la somministrazione. Ad annunciarlo, con una nota, è l'assessore regionale della Salute, Luca Coletto: "Nel giro di qualche giorno - sottolinea - , i cittadini che rientrano nella fascia individuata dal Ministero, potranno effettuare la prenotazione". 

La quinta dose con vaccino a mRNA bivalente, scrive la Regione Umbria, "potrà essere somministrata alle persone con di oltre 80 anni, agli ospiti delle strutture residenziali per anziani e alle persone di età superiore a 60 anni con fragilità motivata da patologie concomitanti e preesistenti e che hanno già ricevuto una seconda dose di richiamo con vaccino a mRNA monovalente, una volta trascorsi almeno 120 giorni dalla stessa o dall’ultima infezione da SARS-CoV-2". E ancora: "Su richiesta dell’interessato, anche tutti gli altri soggetti ultrasessantenni che hanno già ricevuto un secondo richiamo con vaccino a mRNA monovalente, potranno comunque vaccinarsi con un’ulteriore dose di vaccino a mRNA bivalente, una volta trascorsi almeno 120 giorni dal secondo richiamo o dall’ultima infezione da SARS-CoV-2 (data del test diagnostico positivo)".

Per l’assessore Coletto "accanto alla vaccinazione va incentivata, laddove possibile, la prescrizione dei farmaci antivirali che in tutta Italia e non solo nella nostra regione, sono ancora poco utilizzati". E ancora: "Gli antivirali - spiega - hanno avuto il via libera dall’Aifa ormai da tempo, però le dosi utilizzate sono ancora veramente poche. I medici di medicina generale possono prescrivere il Paxlovid entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi ed è indicato per gli adulti che non necessitano di ossigenoterapia che però potrebbero per particolari condizioni, sviluppare un’infezione grave. Ovviamente la valutazione del medico per la prescrizione è fondamentale. Ecco perché è utile un confronto su queste tematiche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino contro il Covid, l'annuncio della Regione: "Anche l'Umbria sarà pronta per la quinta dose"

PerugiaToday è in caricamento