Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Covid in Umbria, a Perugia prescritto il primo trattamento con l’anticorpo monoclonale Evusheld

L'annuncio dell'assessore Coletto. La professoressa Francisci: "Questo tipo di monoclonale dovrebbe essere efficace per tutti i tipi di varianti, gli studi sono in corso"

La prima somministrazione. Un trattamento pensato per proteggere i pazienti fragili dal Covid-19 e dalle sue conseguenze. La Regione Umbria, con una nota, annuncia che nella mattinata del 24 marzo 2022 è stato prescritto alla Clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale di Perugia il primo trattamento con l’anticorpo monoclonale Evusheld per la profilassi pre-esposizione del Covid-19.

"Il farmaco  - evidenzia l'assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto - è stato somministrato questa mattina presso il Day Hospital di Malattie Infettive ai primi tre pazienti seguiti dal reparto di Ematologia".

"Diversamente dagli altri trattamenti fino ad ora effettuati – ha spiegato la professoressa Daniela Francisci, direttore di Malattie Infettive dell’Ospedale di Perugia - la somministrazione di questo monoclonale è rivolta a persone che non hanno contratto l’infezione da Sars CoV-2, ma che presentano un rischio molto elevato di avere un decorso severo in caso di positività. Si tratta di pazienti con marcata compromissione della risposta immunitaria – ha proseguito -  che stanno facendo terapie immunosoppressive e che non hanno sviluppato anticorpi nonostante la vaccinazione, o che, al contrario, non hanno potuto sottoporsi alla vaccinazione per motivi di salute".

Evusheld è l’associazione di due anticorpi monoclonali, il Tixagevimab e il Cilgavimab: "Sono entrambi diretti verso la proteina Spike di Sars-Cov-2, ma somministrati insieme funzionano ancora meglio per prevenire l’infezione – continua la professoressa Francisci – inoltre, hanno una protezione molto lunga, da sei mesi ad un anno e, a differenza degli altri trattamenti, non vengono iniettati per via endovenosa, ma per via intramuscolare".

La prescrizione di Evusheld è affidata ai centri autorizzati da ciascuna Regione ed è sottoposta a registro di monitoraggio Aifa, mentre la selezione dei pazienti è affidata ai medici di medicina generale ed ai centri specialistici di riferimento che li hanno in cura. "Questo tipo di monoclonale – conclude la professoressa – dovrebbe essere efficace per tutti i tipi di varianti, gli studi sono in corso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Umbria, a Perugia prescritto il primo trattamento con l’anticorpo monoclonale Evusheld
PerugiaToday è in caricamento