Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Covid in Umbria, il bollettino dell'8 aprile: tutti i dati aggiornati

Gli attualmente positivi sono 15.802, processati 1857 tamponi e 5721 test antigenici

La curva del contagio da coronavirus in Umbria continua a scendere. Nell'ultimo giorno registrati 1267 nuovi positivi e 1538 nuovi guariti. Per il secondo giorno consecutivo non ci sono nuovi decessi legati al Covid-19 (il totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria è 1824). 

Secondo il bollettino della Regione Umbria e della Protezione Civile, aggiornato alle 8 di venerdì 8 aprile 2022, sono 15.802 (-271 rispetto al 7 aprile) gli attualmente positivi al coronavirus in Umbria. Nelle ultime 24 ore sono stati processati 1857 tamponi e 5721 test antigenici. 

All'8 aprile sono 279 (+2 rispetto al 7 aprile) i positivi ricoverati negli ospedali dell'Umbria, di cui 5 (+1 rispetto al 7 aprile) in rianimazione, 197 (-3 rispetto al 7 aprile) in area medica Covid e 77 (+4) negli altri reparti ospedalieri, e 23 (-1 rispetto al 7 aprile) gli ospiti nelle Rsa Covid.  

tabella_8_aprile_2022-2 

Coronavirus, il monitoraggio della Cabina di Regia

L'Istituto Superiore di Sanità pubblica i dati del monitoraggio della cabina di regia all'8 marzo. Secondo il report "l’incidenza settimanale è in calo a livello nazionale: 776 ogni 100.000 abitanti (01/04/2022 -07/04/2022) vs 836 ogni 100.000 abitanti (25/03/2022 -31/03/2022)".

Nel periodo dal 16 al 29 marzo 2022, si legge sul sito dell'Iss, "l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,15 (range 1,04 – 1,30), in diminuzione rispetto alla settimana precedente e con un range che supera la soglia epidemica anche nel limite inferiore. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero invece rimane costante: Rt=1,03 (1,00-1,05) al 29/03/2022 vs Rt=1,03 (1,00-1,05) al 22/03/2022".

Il tasso di occupazione in terapia intensiva "è stabile al 4,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 07 aprile) vs 4,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 31 marzo). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 15,5% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 07 aprile)   vs il 15,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 31 marzo)". 

Una Regione è classificata a rischio Alto a causa di molteplici allerte di resilienza. Undici Regioni sono classificate a rischio Moderato, di cui due ad alta probabilità di progressione a rischio alto e le restanti Regioni sono classificate a rischio basso. Undici Regioni, spiega ancora l'Istituto Superiore di Sanità, "riportano almeno una singola allerta di resilienza. Due Regioni riportano molteplici allerte di resilienza".

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti "è in lieve diminuzione (13% vs 14% la scorsa settimana). È in lieve aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (38% vs 37%), mentre diminuisce lievemente la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (48% vs 49%)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid in Umbria, il bollettino dell'8 aprile: tutti i dati aggiornati
PerugiaToday è in caricamento