Cronaca

Punto vaccinale al Cva di Ponte San Giovanni, protesta la Consulta: "Aprite o ci riprendiamo gli spazi"

L'inizio delle attività di vaccinazione doveva essere oggi, ma ancora non si sa nulla. Mincigrucci: "La comunità ha bisogno della struttura"

Il punto vaccinale di Ponte San Giovanni doveva aprire oggi, secondo le informazioni della direzione del Distretto sanitario locale, ma ancora non è così. Probabilmente peserà il mancato arrivo di nuove dosi dal 23 aprile; forse ci sono ancora ritardi burocratici e nel collegamento dei computer per gestire la struttura.

L'apertura del centor vaccinale è costellata di rinvii. Dall'8 aprile si è andati al 12, poi a nuova data, per il 20 aprile in quanto doveva essere sistemata la rete internet. Fino ad arrivare ad oggi, senza che sia stata avviata la distribuzione del vaccino contro il Covid-19.

"Correva il mese di febbraio 2021 quando, al Centro di vita associativa di Ponte San Giovanni, la Consulta dei rioni e delle associazioni ha dovuto sospendere le attività dei suoi iscritti perché di li a poco il Cva sarebbe diventato un Punto per la Vaccinazione Covid 19. Si vociferava dopo due mesi di attesa che, oggi 26 aprile,  sarebbero iniziate le vaccinazioni, ma quanto tutti i cittadini speravano non è accaduto - chiede Gianfranco Mincigrucci, presidente Consulta dei rioni e delle associazioni di Ponte San Giovanni - È lecito sapere, dall'assessore alla Sanità della Regione, se c'è ancora la volontà di aprire il Cva alle vaccinazioni e quando? Perché, se è stato uno 'scherzo' come Consulta, comunichiamo che noi abbiamo intenzione di riaprire alle attività delle associazioni sportive che oggi sono in grande difficoltà per mancanza di spazi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punto vaccinale al Cva di Ponte San Giovanni, protesta la Consulta: "Aprite o ci riprendiamo gli spazi"

PerugiaToday è in caricamento