menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid e giustizia, Tentori Montalto: "Servizio essenziale, stiamo facendo di tutto per la sicurezza"

Il presidente dell'Ordine degli avvocati: "Costante interlocuzione con gli uffici giudiziari per attenuare e contenere l'epidemia garantendo la funzione processuale"

“Stiamo vivendo un periodo che non ha precedenti, nemmeno durante il lockdown della primavera del 2020 abbiamo dovuto affrontare questa situazione di pervasività del contagio, ma la giustizia è un servizio pubblico essenziale che non può essere interrotto. Massima è la preoccupazione dell’intera avvocatura per l’improvvisa recrudescenza della situazione sanitaria che appare molto critica proprio a causa della particolare contagiosità del Covid-19”. Lo afferma l’avvocato Stefano Tentori Montalto, presidente dell’Ordine degli avvocati di Perugia, in merito alla situazione nei tribunali di Perugia di fronte all’emergenza da Covid-19 e alla proclamazione della zona rossa nella provincia.

“Bisogna contemperare le necessità per contrastare il pericolo sanitario con l’obbligo di mandare avanti processi, evitando rischi per tutti gli operatori della giustizia: avvocati, magistrati, personale di cancelleria, forze dell’ordine e testimoni” prosegue l’avvocato Tentori, ricordando che il virus è entrato nei palazzi di giustizia, la Procura ha dovuto riorganizzare i servizi ed è capitato che colleghi e personale o magistrati siano stati colpiti dal virus.

“Lunedì è stata dichiarata la zona rossa, ma l’amministrazione della giustizia non può bloccare, va gestita ugualmente con soluzioni condivise tra Ordine, Procura, Tribunale e uffici giudiziari – dice ancora il presidente Tentori – Nella giornata di domenica c’è stata una costante interlocuzione con la presidente Marina Roberti per trovare soluzioni che hanno portato alla riduzione dei ruoli già calendarizzati, all’attività istruttoria limitata e all’emissione di controcitazioni dei testi per ridurne il numero in aula, per arrivare alla riattivazione del protocollo da remoto per difensori d’ufficio, ovviando così ogni rischio connesso alle prolungate permanenze nelle aule d’udienza”.

Il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Perugia è in contatto quotidiano con i capi degli uffici giudiziari per proporre e concordare soluzioni concrete per la miglior gestione dell’emergenza all’interno dei palazzi di giustizia. “Per i processi in materia civile, lavoro e volontaria giurisdizione si è privilegiata da tempo la trattazione scritta o da remoto quale sistema preferenziale – precisa l’avvocato Tentori – è il settore penale a destare maggiore preoccupazione in quanto lo svolgimento delle udienze avviene di regola in presenza ed in locali da sempre, purtroppo, totalmente inadeguati”.

Un’altra situazione critica è stata segnalata negli uffici del giudice di pace, “ma come per la sede del tribunale penale, ci troviamo di fronte ad un edificio inadeguato alla celebrazione delle udienze – prosegue l’avvocato Tentori – disagi e rischi sono stati attenuati grazie all’intervento deflattivo sui fascicoli da parte dei magistrati onorari che hanno portato alla riduzione del sovraffollamento in aula”.

Tra le ulteriori novità dovrebbe essere firmato tra oggi e domani un provvedimento del presidente del Tribunale con il quale si autorizza il differimento o il rinvio dei fascicoli su richiesta degli avvocati impossibilitati a svolgere la propria attività perché impegnati con familiari in isolamento o figli in didattica a distanza. “Si tratta di risposte concrete che rendono compatibile lo svolgimento dei diversi i ruoli, familiare e professionale” afferma Tentori.

“Sin da gennaio abbiamo chiesto che gli operatori del diritto venissero inseriti nel piano vaccinale, ma ancora non abbiamo avuto risposta dalla Regione né a livello nazionale” conclude Tentori Montalto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento