menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia ore 11: la città partecipa alla mesta cerimonia in memoria delle vittime del virus

Le parole del sindaco Andrea Romizi: "Dobbiamo corrispondere alla necessità di assumerci il dovere della testimonianza"

Perugia ore 11. La città partecipa alla mesta cerimonia in memoria delle vittime del virus. Le esternazioni del sindaco Romizi.

Dopo il classico minuto di silenzio, il primo cittadino riflette sulla tragedia che ha coinvolto nel dolore tante famiglie di concittadini.

“Sono, ad oggi, 268 le vittime annoverate fra i Perugini. Lasciano una scia di sofferenza e un vuoto che meritano rispetto e considerazione”.

“Questo – aggiunge – è un primo momento per recuperare memoria e prendere impegni. Dobbiamo corrispondere alla necessità di assumerci il dovere della testimonianza”.

“Pur in questo clima di incertezza, resta la necessità di vaccinarsi, senza abbassare la guardia, anche se forse la parte più critica della terza ondata potremmo essercela lasciata alle spalle”.

Alla domanda, circa la ventilata ipotesi di riapertura della scuola primaria, Romizi risponde: “Come Anci, abbiamo chiesto alla Regione di riconsiderare una revisione dei criteri. Non possiamo ignorare le richieste di tante famiglie e rispettivi bambini che vivono con disagio l’attuale momento di dad”.

Alla ipotesi avanzata sul se, a far capo da lunedì prossimo, i bambini della primaria potranno sedere sui banchi, il sindaco risponde che le decisioni potrebbero essere imminenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento