Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Città della Pieve

Chiede a un cliente di far indossare la mascherina al figlio, insulti razzisti all'addetto alla vigilanza del supermercato

La denuncia della Filcams Cgil. Il fatto in un supermercato di Città della Pieve

Chiede a un cliente di indossare la mascherina, ricoperto di insulti razzisti. A denunciare il fatto è la Filcams Cgil, che ricostruisce quanto avvenuto nella giornata di sabato 21 novembre in un supermercato di Città della Pieve.

"Un addetto alla vigilanza del supermercato, compiendo le mansioni previste dal suo lavoro, invitava un cliente a far indossare la mascherina al figlio - riferisce il sindacato - Il cliente, dopo essere stato ripreso, si scagliava inveendo contro il lavoratore, e, fatto ancora più grave, con insulti razzisti, essendo il lavoratore un ragazzo di colore. Tutto questo è inaccettabile - rimarca la Filcams - ed è solo l'ultimo di una serie di atti che vedono come vittime i lavoratori dei supermercati, alle prese giornalmente con una clientela non sempre rispettosa delle regole che la situazione pandemica impone”. 

E ancora: “Chiediamo maggiori controlli all'interno dei punti vendita da parte sia delle imprese che delle istituzioni - conclude la Filcams Cgil - cominciando dal contingentamento all'ingresso dei supermercati, cosa venuta meno nell'ultimo periodo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede a un cliente di far indossare la mascherina al figlio, insulti razzisti all'addetto alla vigilanza del supermercato

PerugiaToday è in caricamento