menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, focolaio in Ospedale a Spoleto? Solo voci pericolose. "Notizie palesemente infondate"

La rabbia dell'Usl 2 che ha voluto cancellare falsità e rumors pericolosi. Ecco come è la realtà dell'ospedale spoletino

Voci totalmente infondate. Un allarmismo assurdo alimentato senza un vero motivo in una città come Spoleto dove la trasformazione in ospedale Covid del San Matteo degli Infermi ha diviso i cittadini ed ha addirittura portato ad una quasi rottura istituzionale tra il sindaco e la presidente della Giunta regionale. L'Azienda sanitaria dell'Usl Umbria 2 ha dovuto usare toni netti e chiari per smentire quelle voci che per tutta la giornata, pur in assenza di conferma, hanno parlato di cluster all'interno dell'ospedale di Spoleto.  

"Voci allarmistiche e palesemente infondate, circolate in queste ore negli ambienti cittadini di Spoleto, che riferiscono di un focolaio sviluppatosi all'interno di un reparto del "S. Matteo degli Infermi" con diversi operatori risultati positivi al Covid-19" scrivono dall'Usl 2 "Proprio nella giornata di ieri la direzione strategica aziendale e la direzione del presidio ospedaliero hanno effettuato una ispezione nei reparti con il Responsabile della Prevenzione e Sicurezza e si escludono falle nelle procedure e nei percorsi di sicurezza. Sempre nella giornata di ieri, nell'ambito dei controlli a tappeto al personale effettuati periodicamente, sono stati sottoposti a tampone rinofaringeo 30 operatori sanitari del reparto Medicina 2. Per tutti l'esito dei controlli è negativo". 

Nel reparto, in un arco temporale di un mese e mezzo, si sono verificati sono 4 casi di positività al Covid-19, tre infermieri e un operatore socio sanitario. Si tratta, come ricostruito dall'attenta indagine epidemiologica che ha tracciato i contatti stretti caso per caso, di eventi non collegati tra loro e verificatisi a distanza di diversi giorni l'uno dall'altro. 

"Alla luce di queste voci - ripetono dall'Usl 2 - assolutamente infondate, l'Azienda Usl Umbria 2 sente il dovere di rassicurare la popolazione e l'opinione pubblica che la situazione è pienamente sotto controllo. Le misure ed i protocolli anticontagio adottati si stanno rivelando efficaci per garantire la piena tutela della salute degli operatori sanitari. Prosegue inoltre senza sosta la campagna vaccinale anticovid che ha interessato gran parte del personale e la quasi totalità degli operatori sanitari dell'ospedale di Spoleto che stanno già ricevendo, dal 18 gennaio scorso, la seconda dose. Nel giro di pochi giorni la copertura sarà pressoché totale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Motori

Nuova Jeep Compass ora anche a Perugia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento