menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in giro con l'autocertificazione del Pronto soccorso, ma è falsa: denunciato e multato

Controlli dei Carabinieri. Denunciato e sanzionato un giovane: non poteva tornare a Perugia per 3 anni

I Carabinieri di Perugia hanno denuncaito due persone per violazione delle normative ati Covid.

I militari del Radiomobile hanno denunciato in stato di libertà, per falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sull’identità o su qualità personali proprie, un cittadino nigeriano di 37 anni, domiciliato a Perugia, disoccupato e già noto alle forze di polizia.

L'uomo era fermo nel parcheggio di un supermercato a Fontivegge. Ai Carabinieri ha esibito un’autocertificazione nella quale dichiarava di trovarsi fuori dalla propria abitazione per andare al Pronto soccorso a causa di forti dolori addominali riconducibili ad una probabile appendicite. Dagli accertamenti è emerso che il 37enne non era mai andato all'ospedale.

Così è scattata la denuncia per false dichiarazioni e violazione delle normative anti Covid.

I Carabinieri della Fortebraccio hanno controllato un giovane di 22 anni, originario della Campania, residente a Magione, disoccupato e già noto alle forze di polizia. Il ragazzo è risultato destinatario di un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Perugia per tre anni, emesso il 28 agosto del 2020.

Per il giovane sono scattate la denuncia per violazione del provvedimento e una multa perché non aveva un valido motivo per uscire dal comune di residenza sulla base delle normative anti Covid sulla zona rossa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento