Cronaca Centro Storico

Corso Garibaldi, pusher aggrediscono ristoratore: la Squadra Mobile cattura il criminale a tempo record, espulso

Preso il capo clan dei pusher di Corso Garibaldi: espulsione a tempo di record. La risposta immediata del Questore

Senza fare proclami, senza i riflettori della stampa ben accesi, il Questore Bisogno ha voluto cancellare una brutta pagina perugina scritta ancora una volta con il sangue dai clan della droga che, seppur in maniera molto ridotta, continua ad operare in centro storico e continuano a sfidare i cittadini onesti che denunciano le loro malefatte. L'ultimo episodio: l'aggressione con tanto di lancio di bottiglie verso un ristoratore di Corso Garibaldi, colpevole di aver segnalato i loschi giri del clan magrebino. I vetri delle bottiglie lo hanno ferito al volto e al corpo tanto da ricorrere alle cure mediche del Pronto Soccorso. 

La Squadra Mobile, nel giro di 48 ore, è risalita e catturato un marocchino di 33 anni, pluripregiudicato e clandestino. Viveva e spacciava tra Corso Garibaldi e Piazza Grimana. Immediatamente il pusher marocchino è stato espulso e portato ad un centro identificativo per l'espulsione. E nei prossimi giorni dovrebbe essere rimpatriato. Ma già nel giugno scorso, lo straniero, espulso sempre da Perugia, è riuscito ad eludere la sorveglianza del Centro ritornando in clandestinità a Perugia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Garibaldi, pusher aggrediscono ristoratore: la Squadra Mobile cattura il criminale a tempo record, espulso

PerugiaToday è in caricamento