menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La processione del Corpus Domini a Perugia torna all'antico: presenti le bande musicali

Il vescovo ausiliare monsignor Paolo Giulietti: "Un’opportunità per sottolineare sia il valore dell’esperienza bandistica, mettendo insieme persone di ogni età"

La processione del Corpus Domini a Perugia, risalente al secolo XIV, si svolgerà domenica 3 giugno, al termine della solenne celebrazione eucaristica in cattedrale delle ore 10 presieduta dal cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti. Verrà ripresa l’antica tradizione (interrotta oltre trenta anni fa) della presenza delle bande musicali, che accompagnavano il Santissimo Sacramento dalla cattedrale di San Lorenzo alla basilica di San Domenico lungo le principali vie del centro storico. La processione, una delle più antiche, partecipate e sentite della città, sarà animata con musiche religiose dalle bande di Mugnano e Pretola, aderenti all’ANBIMA (Associazione Nazionale delle Bande Italiane Musicali Autonome). 

Si tratta di un significativo progetto accolto dalla Curia arcivescovile nato da un’idea dell’Archivio storico “Tito Belati”, divisione dell’omonima Casa editrice fondata nell’anno 1900 dal maestro perugino di banda Tito Belati e divenuta nel tempo punto di riferimento del mondo bandistico nazionale e internazionale. Il progetto, che coinvolgerà anche gli oratori parrocchiali, vede una serie di iniziative (mostre, convegni, concerti) e sarà realizzato anche in collaborazione con l’ANBIMA, il cui presidente nazionale è il maestro Giampaolo Lazzeri.

«La presenza della banda musicale nelle processioni – sottolinea Lazzeri – è una grande tradizione che deve essere salvaguardata e incentivata. La solennità del Corpus Domini è un momento di coinvolgimento particolarmente sentito in tutte le comunità, dove le bande e i cori svolgono un servizio fondamentale per solennizzare le processioni eseguendo inni eucaristici. La ripresa di questa tradizione, grazie alla sensibilità della Curia, vede coinvolte a Perugia, nella solennità del Corpus Domini, due bande musicali, la Filarmonica di Pretola e la Filarmonica di Mugnano, che sono l’espressione socio-culturale di un territorio ricco di cultura e di pietà popolare».

Riprendere la tradizione della partecipazione delle bande musicali alla processione cittadina del Corpus Domini, è per il vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti "un’opportunità per sottolineare sia il valore dell’esperienza bandistica, mettendo insieme persone di ogni età, che di crescita culturale e di servizio alla comunità, mediante l’animazione di manifestazioni religiose e civili"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento