Cronaca

Coronavirus, comunicazione di Aifa sul vaccino di Johnson & Johnson

Nota dell'Agenzia Italiana del Farmaco sul vaccino monodose Janssen: "Continua la valutazione di casi molto rari di trombi inusuali associati a piastrinopenia"

Prosegue la valutazione da patrte dell'Ema dei casi molto rari che casi molto rari di trombi inusuali che si sono verificati negli Stati Uniti a seguito dell'uso del vaccino anti-Covid monodose Janssen di di Johnson & Johnson (approvato il 12 marzo dall'Aifa per l'Italia ma ora sospeso dalle autorità statunitensi). A comunicarlo è l'Agenzia Italiana del Farmaco in una nota pubblicata sul proprio sito:

"Come annunciato la scorsa settimana - si legge nella nota -, il comitato per la sicurezza (PRAC) dell'EMA sta esaminando casi molto rari di trombi inusuali che si sono verificati negli Stati Uniti a seguito dell'uso del vaccino COVID-19 di Janssen. Il tipo di trombo riportato, la trombosi del seno venoso cerebrale (CVST), si è verificato nella maggior parte dei casi in associazione con bassi livelli di piastrine (trombocitopenia)".

Vaccini anti-Covid: Umbria terza in Italia per percentuale dosi somministrate

Così invece sulla sospensione di questo vaccino sul territorio statunitense: "La FDA degli Stati Uniti e il CDC hanno raccomandato ieri di sospendere l'uso del vaccino mentre vengono esaminati sei casi segnalati negli Stati Uniti. Sono state somministrate più di 6,8 milioni di dosi del vaccino. Janssen ha annunciato la decisione di ritardare in modo proattivo la distribuzione del vaccino nell'UE mentre sono in corso le indagini. Il vaccino è stato autorizzato nell'UE l'11 marzo 2021 ma l'uso generalizzato del vaccino in Europa non è ancora iniziato".

E infine: "L'EMA sta applicando tempistiche accelerate a questa valutazione e attualmente prevede di emettere una raccomandazione la prossima settimana. Mentre la sua revisione è in corso, l'EMA rimane dell'opinione che i benefici del vaccino nella prevenzione del COVID-19 superino i rischi di effetti indesiderati. I pareri scientifici dell'Agenzia forniscono agli Stati membri dell'UE informazioni di cui essi hanno bisogno per prendere decisioni sull'uso dei vaccini nelle loro campagne di vaccinazione nazionali".

Vaccin, Aifa sulle reazioni avverse: "Le segnalazioni gravi corrispondono al 7,1% del totale"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, comunicazione di Aifa sul vaccino di Johnson & Johnson

PerugiaToday è in caricamento