Cronaca

Coronavirus, non arrivano i vaccini: Umbria al quinto posto in Italia per percentuale di dosi somministrate

Frena la campagna di vaccinazione in Umbria, a causa della mancanza di ulteriori rifornimenti

Frena la campagna di vaccinazione in Umbria, a causa della mancanza di ulteriori rifornimenti. Nelle ultime ore sono state inoculate 3349 dosi per un complessivo di 267371 somministrate. Secondo i dati del Governo, aggiornati alle 6.11 del 25 aprile, il totale di quelle consegnate è pari a 296355, numero invariato negli ultimi tre giorni.

A fronte di tutto ciò, nella graduatoria nazionale rapportando somministrazioni e consegne, la regione occupa il quinto posto assoluto, dietro a Marche, Puglia, Veneto, Emilia Romagna. Una percentuale del 90.2 – la medesima del Molise – che la pone davanti a Piemonte, Campania e Toscana. 

Secondo la distribuzione a livello di categoria gli over ottanta sono la fascia maggiormente vaccinata con 106027 inoculazioni. Seguono operatori sanitari e sociosanitari con 48395; soggetti fragili e caregiver 40388; fascia 70-79 26013; personale scolastico 19656; ospiti strutture residenziali 9551; comparto difesa e sicurezza 4684; fascia 60-69 819 ed altro. Ragguagliando i dati prettamente per fasce di età si evince la seguente distribuzione: 10046 (20-29); 17879 (30-39); 25114 (40-49); 33262 (50-59); 26869 (60-69); 42834 (70-79); 88992 (80-89); 22033 (+90); 16-19 (342). Sono 157079 le dosi inoculate a persone di sesso femminile mentre 110292 a persone di sesso maschile. 

All’ultimo aggiornamento in Italia sono state somministrate 17473753 dosi su un totale di 19880040 pari all’87.9% di quelle a disposizione.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, non arrivano i vaccini: Umbria al quinto posto in Italia per percentuale di dosi somministrate

PerugiaToday è in caricamento