rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus in Umbria, a dicembre due nuovi 'Vaccine Day'. Ed è boom di prenotazioni

L'assessore Coletto: "Presumibilmente si terranno il 5 e il 12. Importante vaccinarsi anche con la terza dose a partire dai 5 mesi dal completamento del ciclo primario"

Mentre il governo Draghi ha varato il 'Super Green Pass' e nuove norme per contrastare l'epidemia da Covid, in Umbria è partita la somministrazione della terza dose a diverse fasce d'età e la Regione è pronta a organizzare due Vaccine Day' che "presumibilmente - spiega l'assessore Luca Coletto - si terranno il 5 e il 12 dicembre".

Coronavirus in Umbria, il report settimanale: curva epidemia e Rdt in lieve rialzo

L'11% della popolazione ha già ricevuto il 'richiamo' ma sono sempre più gli umbri che si stanno prenotando, tanto che sul sito della Regione si stanno verificando code: "A causa dell'elevato numero di accessi, sei stato inserito in coda per la prenotazione - si leggeva stamattina nella sezione riservata alle prenotazioni -. Tieni d'occhio i tuoi progressi nella coda perché quando sarà il tuo turno avrai 15 minuti per iniziare e completare la prenotazione. Non tornare indietro perchè hai solo due ingressi, dopodiché perderai il tuo posto in coda".

Coronavirus, terza dose di vaccino a 5 mesi dalla seconda: prenotazioni aperte

Tempi di attesa non lunghi, giusto qualche minuto, ma per agevolare gli tenti e spingere il maggior numero possibile di cittadini ad aderire la Regione sta potenziando il servizio: "Nelle prossime 48 ore - anticipa ancora Coletto - saranno disponibili online le nuove agende per ampliare la disponibilità dei posti. Inoltre, per evitare assembramenti nei punti vaccinali, in alcune realtà si sta predisponendo una forma mista tra accessi programmati e liberi in modo che gli utenti possano decidere la modalità più giusta per le proprie esigenze”.

Coronavirus, l'Ema approva l'estensione del vaccino Pfizer alla fascia 5-11 anni

L'assessore insiste poi sull'importanza della vaccinazione snocciolando i dati attuali dell'Umbria: "Relativamente aii decessi e ai ricoveri in terapia intensiva - dice Coletto - va ricordato che si tratta prevalentemente di persone non vaccinate e, se vaccinate, con comorbilità pregresse. Nel rapporto tra vaccinati e non vaccinati infatti, il rischio di contrarre l’infezione è di 1 a 6, di ricovero di 1 a 14 e di morte di 1 a 22. Questi dati - conclude l'assessore - devono far riflettere sulla necessità di vaccinarsi anche con la terza dose a partire dai 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario”.

Continua a leggere >>>

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Umbria, a dicembre due nuovi 'Vaccine Day'. Ed è boom di prenotazioni

PerugiaToday è in caricamento