menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: dal 12 febbraio scatta la vaccinazione per gli over 80, ma sono già 4mila i "nonni" coperti

I dati aggiornati del Ministero della Salute: in Umbria inoculato il 93,8% delle dosi di vaccini anti-Covid finora consegnate

Sono quasi 4.000 gli ultraottantenni a cui è stato somministrato il vaccino anti-Covid in Umbria (per l'esattezza 3. 927, di cui 1.734 ultranovantenni) secondo i dati del Ministero della Salute aggiornati alle ore 7.30 di oggi (martedì 9 febbraio 2021). Si tratta degli ospiti delle strutture residenziali protette su cui si è concentrato (insieme alla categoria degli operatori sanitari e sociosanitari) l'avvio della campagna, mentre da venerdì prossimo (12 febbraio) scatteranno le operazioni di vaccinazione per tutti gli altri 'nonni' umbri.

Il sindaco Romizi: "All'ospedale di Perugia situazione critica"

In totale nella Regione sono state a oggi somministrate 28.697 (19.268 a donne e 9.429 a uomini) delle 30.555 dosi dei vaccini Pfizer e Moderna (si aspetta ora quello di Astrazeneca) consegnate, dunque il 93,8% mentre la media nazionale è del 91% (in Italia sono state somministrate 2.630.102 delle 2.891.550 dosi consegnate: 2.778.750 del vaccino Pfizer e 1112.800 del vaccino Moderna).

Coronavirus e zona rossa, le nuove regole per gli ospedali e le Usl dell'Umbria

In Umbria la fascia 50-59 anni è stata la più coperta finora con 7.187 dosi inoculate, seguita da quelle 40-49 anni (5.317 dosi), 60-69 anni (5.020 dosi), 30-39 anni (4.738 dosi), 80-89 anni (2.193 dosi), 90+ anni (1.734 dosi), 20-29 anni (1.531 dosi) e 70-79 anni (977 dosi).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento