Cronaca

L'impatto del Coronavirus sul tessuto economico, il prefetto Sgaraglia lancia l'allarme usura per imprese e famiglie

Convocato in videoconferenza il tavolo con istituzioni e organismi contro il pericolo del ricorso a forme illecite di finanziamento per il conseguimento immediato di liquidità

Allarme usura per i cittadini in difficoltà e gli imprenditori messi alle strette dalle misure di contenimento del Covid19. È quanto è emerso nel corso di una videoconferenza convocata e presieduta dal prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, per analizzare le eventuali misure di prevenzione e contrasto del fenomeno dell'usura in Provincia, proprio in relazione alle conseguenze determinate dall'emergenza epidemiologica da Covid19, sul tessuto economico e produttivo e sulle famiglie.

All'incontro hanno partecipato i vertici provinciali delle forze di polizia, il direttore della filiale della Banca d'Italia di Perugia, Miriam Sartini, il presidente della locale Camera di Commercio, Giorgio Mencaroni, il direttore provinciale dell'Agenzia delle Entrate, Marina Angeli, il presidente dell'Ordine degli avvocati di Perugia, Stefano Tentori Montalto e il presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Perugia, Andrea Nasini. Tutti hanno evidenziato il pericolo del ricorso a forme illecite di finanziamento, per il conseguimento immediato di liquidità e la necessità di portare al massimo il livello di attenzione sul territorio, al fine di intercettare e contrastare tempestivamente eventuali segnali di usura.

Dal tavolo è emersa la necessità di attivare tutte le articolazioni periferiche di istituzioni e ordini professionali per cogliere sul territorio indizi di fenomeni usurari. A tal fine, il prefetto ha proposto la costituzione di un tavolo permanente di monitoraggio, al quale sottoporre le segnalazioni che dovessero pervenire dai "sensori" presenti sul territorio.

Quanto alle forze dell’ordine a loro spetterà l’immediato rafforzamento delle attività di prevenzione e controllo in funzione antiusura.

Per assicurare il sostegno alle categorie produttive, è stata evidenziata da tutti i partecipanti la necessità che venga data la più sollecita attuazione alle misure economiche previste dai recentissimi provvedimenti normativi adottati in favore delle imprese.

Il prefetto ha richiamato la possibilità per le vittime dell'usura di far ricorso anche al fondo di rotazione gestito dal commissario straordinario per le iniziative antiracket e antiusura, che assicura ulteriori finanziamenti per agevolare il reinserimento nell'economia legale. Nell'anno 2019 sono stati erogati in Umbria finanziamenti per un importo superiore a 100.000 euro e sono state presentate 6 istanze di accesso al fondo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'impatto del Coronavirus sul tessuto economico, il prefetto Sgaraglia lancia l'allarme usura per imprese e famiglie

PerugiaToday è in caricamento