Cronaca

Coronavirus, l'Umbria 'a rischio alto' ma in zona arancione

Resta operativa la zona rossa decisa dalla Regione Umbria

L'Umbria è classificata 'a rischio alto' nel report del monitoraggio settimanale, ma ancora in zona arancione. Nell'analisi dal primo al 7 febbraio "si osserva una stabilità nel livello generale del rischio. Una Regione (Umbria) e una PA (Bolzano) hanno un livello di rischio alto secondo il DM del 30 Aprile 2020. Sono dieci le Regioni/Province autonome con una classificazione di rischio moderato (di cui cinque ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e nove con rischio basso. Nove Regioni/Province autonome hanno un Rt puntuale maggiore di 1 di cui 7 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2, in aumento rispetto alla settimana precedente. Le altre Regioni/Province autonome hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo uno". 

E ancora: "L’incidenza settimanale a livello nazionale è sostanzialmente stazionaria e l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari 0,95 (range 0,86– 1,06), in lieve crescita rispetto alla settimana precedente e con un limite superiore che comprende l’uno. Una Regione e una Provincia autonoma, l'Umbria e Bolzano, "sono classificate a rischio alto, dieci a rischio moderato (di cui cinque ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e nove con rischio basso. Peggiora la trasmissione rispetto alla scorsa settimana con sette Regioni/Province autonome che hanno un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2".

Secondo il report "viene inoltre confermata la circolazione diffusa di varianti virali a più elevata trasmissibilità nel nostro paese così come in altri paesi Europei. Analogamente a questi si raccomanda il rafforzamento/innalzamento delle misure su tutto il territorio nazionale".

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, spiega una nota del Ministero della Salute, "sta per firmare nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da domenica 14 febbraio. Passano in area arancione le Regioni Abruzzo, Liguria, Toscana e la Provincia Autonoma di Trento. La Sicilia passa in zona gialla a scadenza della vigente ordinanza". 

L'Umbria resta arancione per il Governo, ma la Provincia di Perugia e sei comuni del Ternano sono zona rossa come da decisione della Regione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'Umbria 'a rischio alto' ma in zona arancione

PerugiaToday è in caricamento