menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, i sindaci scrivono a Coletto: "Dati non aggiornati sul portale Usl, problema da risolvere"

Lettera dell'Anci Umbria all'assessore regionale alla Salute: "Così diventa difficile firmare con tempestività le ordinanze contumaciali e isolare nei tempi giusti i positivi"

L'emergenza coronavirus si riacutizza anche in Umbria, dove come nel resto d'Italia aumentano i nuovi casi e i sindaci si trovano a fronteggiare la pandemia in 'prima linea'. E dopo aver criticato nel modo e nel merito alcune disposizioni del Dpcm del 18 ottobre firmato dal premier Giuseppe Conte, ora scrivono una lettera (firmata dal presidente regionale dell'Anci, Michele Toniaccini) all'assessore umbro Luca Coletto per evidenziare una criticità emersa dai territori, ossia il mancato aggiornamento in tempo reale dei casi accertati di positività sul portale dell’Usl. Un ritardo che, lamentano i sindaci, non consente loro di emanare con tempestività le ordinanze contumaciali e di isolare e poi controllare così nei tempi giusti i contagiati in quarantena.

LA LETTERA:

Gent.mo Assessore Coletto,
Anci Umbria, Anci Umbria ProCiv e Federsanità Umbria in questo lungo periodo di emergenza sanitaria si sono messe a disposizione delle Istituzioni, attraverso propri mezzi e personale, per coadiuvare le diverse attività sia di protezione civile, sia sanitarie.

Come associazione facciamo da raccordo fra i Comuni, i Sindaci, le diverse necessità del territorio e i vari livelli Istituzionali, cercando anche di avanzare proposte, soluzioni e di fornire quel supporto che, oggi più che mai, è necessario per far sì che tutti gli ingranaggi del sistema emergenziale funzionino in piena sintonia. In capo ai Sindaci sono assegnate diverse responsabilità, a volte anche oltre il proprio ruolo, ma non si sono mai sottratti, né hanno mai fatto venire meno il loro ruolo o supporto ai cittadini e alle Istituzioni, tutte.

Attivando proprio quella funzione di ponte fra i Sindaci e le Istituzioni, come Anci Umbria mi preme rilevare, in modo costruttivo e collaborativo, una situazione di criticità che è emersa dai territori: manca l’aggiornamento sul portale dell’Usl, in tempo reale, dei casi accertati di positività. Questo non consente ai Sindaci di emettere tempestivamente la relativa ordinanza contumaciale, creando non solo disappunto e ansia fra i cittadini, ma anche l’impossibilità a isolare, nei tempi giusti, i soggetti positivi. In questo modo, slittano anche i relativi controlli per la quarantena e non si fornisce alle forze dell’ordine un quadro completo della situazione.

In qualità di presidente di Anci Umbria sono a chiederLe di risolvere la questione dell’aggiornamento dei dati sul portale Usl e, proprio in virtù di quello spirito di collaborazione di cui sopra, a fornirle, se necessario e come già fatto in precedenza, ulteriore personale, anche attraverso il servizio civile.

In attesa di un suo cortese riscontro, porgo cordiali saluti

Il Presidente Anci Umbria, Michele Toniaccini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento