menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Regione fronteggia l'emergenza: "Due ospedali Covid e 124 posti in terapia intensiva"

Domani (sabato 17 ottobre) l'ordinanza che individuerà i nosocomi dedicati ai pazienti contagiati dal coronavirus

L'Umbria si prepara ad affrontare la fase più acuta della seconda ondata di contagi da coronavirus per evitare scompensi al sistema sanitario. Oltre alla scuola, con la 'governatrice' Donatella Tesei pronta a chiudere gli istituti superiori, tra le priorità da affrontare ci sono i reparti di terapia intensiva degli ospedali regionali (al momento sono 77 i posti disponibili, 15 dei quali ad oggi occupati da pazienti Covid).

"La presidente - si legge in una nota di Palazzo Donini - ha disposto la messa a regime del numero massimo di postazioni possibili nelle strutture umbre, vale a dire 124. Si ricorda che nel periodo di maggior utilizzo, nei mesi scorsi, si è arrivati a 104 posti occupati contemporaneamente".

VIDEO Coletto: "Interverremo per fermare una curva in continua ascesa"  

Si lavora inoltre al piano portato avanti dalla task-force regionale, i cui dettagli sono stati illustrati ieri dall'assessore Luca Coletto e dal direttore generale della Sanità umbra Claudio Dario. "Sempre come già programmato nei giorni scorsi - si legge ancora nella nota diffusa dalla Regione -, si sta procedendo all’individuazione di due ospedali Covid, uno di Livello I Dea (dipartimento d'emergenza e accettazione) e uno di base. L’ordinanza in merito sarà firmata domani (sabato 17 ottobre, ndr) dopo la riunione tra i vertici delle varie funzioni della macchina regionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento