menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus nelle Rsa, casi in aumento a Casa Serena: "Cluster significativo"

L'amministrazione comunale di Magione monitora la situazione insieme alla Usl Umbria 1, mentre a Città di Castello si registrano diverse guarigioni nella Muzi Betti

"Il numero complessivo dei casi non si è ancora abbassato in modo significativo, ma alla 'Muzi Betti' si registrano diverse guarigioni, soprattutto tra gli operatori sanitari. Fondamentale continuare a ospitare i nostri anziani in città, dove ci sono tutte le condizioni per farlo dignitosamente". A parlare è Luciano Bacchetta, sindaco di Città di Castello alle prese nei giorni scorsi con il focolaio di coronavirus scoppiato nella Rsa tifernate.

"Nei prossimi giorni vedremo gli effetti dell’applicazione della zona arancione in Umbria, perché i dati attuali riflettono l’incidenza delle festività natalizie, dei contatti e dei rapporti che ci sono stati - ha aggiunto parlando dell'emergenza più in generale -. Bisogna tenere alta la guardia e intensificare le vaccinazioni per evitare la terza ondata della pandemia, perché questa è l’unica strada maestra per uscire da una situazione che comincia a essere pesantissima per tutti dal punto di vista economico e sociale. in questa fase si procederà alla somministrazione della seconda dose di vaccino e che i quantitativi per l’Umbria sembrano non dover diminuire come altrove".

Aumentano intanto i contagi all'interno di un altra Rsa, la Casa Serena di Magione dove l'amministrazione comunale registrava ieri "impennata di contagi", spiegando che "da un nuovo screening molecolare sono emersi nuovi casi tra gli ospiti. Seppur in buone condizioni di salute, con due ricoveri che non destano al momento allarme, quasi tutti gli anziani risultano oggi di fatto positivi. Si tratta complessivamente di 36 persone. Il virus non ha risparmiato gli operatori sanitari impegnati nella struttura, 11 di loro sono contagiati".

La situazione viene monitorata con attenzione: "Si tratta di un cluster significativo che è oggetto di particolare attenzione da parte dei vertici di USL Umbria 1. Questi sono in diretto contatto con il sindaco e con gli amministratori di Casa Serena. A tutti gli ospiti gli auguri di pronta guarigione. Alle loro famiglie, agli operatori sanitari, al presidente Adriano Sorci e ai consiglieri della Fondazione "Zefferino Rinaldi", vada tutto il sostegno e la solidarietà della comunità di Magione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento