Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus, l'Umbria ancora in rosso scuro nella mappa della Ue

La regione resta tra le aree a più alta incidenza Covid nel grafico elaborato dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc)

L'Umbria resta in rosso scuro nella mappa aggiornata oggi (giovedì 18 febbraio) dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). Stesso colore, indicatore dielle aree a più alta incidenza Covid (quelle con una media di oltre 500 contagiati ogni 100mila abitanti negli ultimi 14 giorni), viene di nuovo assegnato dall'agenzia dell'Unione Europea alle Province autonome di Trento e a Bolzano. Il resto d'Italia è rosso tranne che Sardegna e Valle d'Aosta.

Coronavirus in Umbria, la mappa: i dati comune per comune

 Al di là dei confini nazionali la situazione resta critica anche in gran parte della Spagna e in Portogallo, nell'area sud-orientale della Francia oltre che in Repubblica Ceca, in parte della Germania e della Slovacchia, ma anche in Lettonia, Estonia e nel Sud della Svezia.

mappa_ue_umbria_rosso_scuro_18_febbraio-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'Umbria ancora in rosso scuro nella mappa della Ue

PerugiaToday è in caricamento