rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus in Umbria, Coletto: "Recupero prestazioni e interventi chirurgici non si sono fermati"

L'assessore regionale alla Salute: "Nonostante la fase Omicron, grazie all'80,1% di popolazione vaccinata, i nostri ospedali stanno andando avanti tornando ai livelli del 2019"

Le buone notizie che arrivano dal nucleo epidemiologico umbro, i cui dati mostrano una tendenza al rallentamento della curva, consentirà alla Regione di proseguire con le attività sanitarie extra-Covid. "La Giunta regionale ha adottato una delibera che prevedeva vari scenari a seconda dell’andamento dell’epidemia e nonostante la fase Omicron i nostri ospedali, anche se faticosamente, stanno erogando le prestazioni" ha spiegato Luca Coletto, assessore regionale alla Salute, nel corso della conferenza stampa di aggiornamento sull’andamento epidemiologico.

Coronavirus in Umbria: "La curva rallenta. E con vaccini e Omicron si rischia meno"

"Prestazioni sanitarie ai livelli del 2019"

"I dati lo dimostrano - ha proseguito Coletto -. Infatti, per quanto riguarda i ricoveri chirurgici, nel 2021 sono state erogate le stesse prestazioni del 2019. Nonostante il periodo festivo, dal 30 novembre al 5 gennaio, le aziende hanno preso in carico, calendarizzato e erogato 35.493 prestazioni. Tutto ciò è stato possibile anche grazie ad una campagna di vaccinazioni che vede l'Umbria all’80,1 per cento della popolazione vaccinata e con il solo il 4,7 per cento di over 50 non vaccinati, dati tra i migliori in Italia”.

FOTO Covid in Umbria: vaccini, ricoveri e recupero prestazioni. I dati della Regione al 14 gennaio 2022

La scuola

E ancora: “I residenti in Umbria - ha sottolineato l'assessore - hanno dimostrato e continuano a dimostrare un grande senso di responsabilità che ci ha permesso di limitare i danni della pandemia non solo sul fronte sanitario, ma anche in altri settori, come la scuola ad esempio, dove abbiamo potuto evitare la Dad nonostante ci sia a livello nazionale una percentuale importante di insegnanti positivi ragione per cui in tutta Italia sono stati molti i dirigenti scolastici che hanno chiesto di prolungare le vacanze natalizie”. 

Covid, Umbria: "Dal 30 al 40% dei ricoverati positivi in ospedale per altre patologie"

Presto gratis i test di fine quarantena

L’assessore ha infine, ha reso noto che nella mattina di oggi (venerdì 14 gennaio) la Giunta regionale ha approvato un atto, nel rispetto delle direttive nazionali, che appena sarà recepito dalle aziende, permetterà di liberare dall’isolamento i pazienti positivi al covid asintomatici e i contatti stretti, attraverso test antigenici a carico del sistema sanitario regionale.

FOTO Covid in Umbria: tutti i dati del nucleo epidemiologico al 14 gennaio 2022

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Umbria, Coletto: "Recupero prestazioni e interventi chirurgici non si sono fermati"

PerugiaToday è in caricamento