Cronaca

Coronavirus, il punto della situazione in Umbria: "Trend in diminuzione"

L'analisi del Nucleo epidemiologico della Regione: "Tutti i distretti sanitari dell’Umbria hanno un'incidenza inferiore a 100 casi per 1000.000 abitanti"

"In Umbria la curva epidemica, come pure la media mobile a 7 giorni, continuano a mostrare un trend in diminuzione". Il Nucleo epidemiologico della Regione Umbria stila il punto sul coronavirus. Secondo l'analisi degli esperti "l’incidenza settimanale mobile per 100.000 abitanti mostra il medesimo andamento con valori al 15 settembre pari 59 casi per 100.000":

Lo studio "evidenzia che il valore dell’RDt sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni con media mobile a 7 giorni, si attesta ad un valore di 0,83". E ancora: "L’andamento regionale dell’incidenza settimanale mobile per classi di età mostra anche per la settimana presa in esame una maggior distribuzione dei casi tra i più giovani, anche se i valori sono in diminuzione rispetto alla settimana precedente", spiegano dal Nucleo epidemiologico.

Le classi di età superiori a 65 anni, prosegue la nota, "mantengono tassi inferiori alla media regionale con valori sotto ai 50 casi per 100.000 abitanti".

Tutti i distretti sanitari dell’Umbria, sottolinea il report, "hanno una incidenza inferiore a 100 casi per 1000.000 abitanti. L’incidenza più elevata è raggiunta dal distretto di Foligno con 90 casi per 100.000 abitanti. I distretti che hanno una incidenza inferiore a 50 sono Alto Chiascio, Media Valle del Tevere, Trasimeno e Valnerina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il punto della situazione in Umbria: "Trend in diminuzione"

PerugiaToday è in caricamento