menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, primo paziente guarito a Passignano sul Trasimeno. E il Comune apre un conto per le donazioni

A dare la buona notizia è stata l'amministrazione comunale, che chiede sostegno per incrementare il Fondo Alimentare e per la Asl del territorio

Nelle prime belle giornate di questa surreale Primavera iniziata in piena emergenza coronavirus, il lago è una tentazione forte per gli abitanti del Trasimeno, tanto che gli ultimi controlli hanno portato le forze dell'ordine a multare diversi trasgressori delle norme-anticontagio varate dal governo. La maggioranza degli umbri sta però rispettando le limitazioni ed è anche per questo che dagli ultimi bollettini sono arrivati segnali confortanti, anche a Passignano sul Trasimeno dove l'amministrazione comunale continua però a tenere alta la guardia e a invitare i cittadini a restare a casa.

Coronavirus, controlli al Trasimeno: chi tranquillamente a pesca, chi ai giardini e chi ubriaco

"Abbiamo il primo paziente guarito, risultato negativo a tue tamponi consecutivi: finisce quindi il suo isolamento - si legge in un post pubblicato oggi (4 aprile, ndr) sul profilo Facebook del Comune -. Siamo molto felici di questa notizia, una speranza per tutti gli altri. Un grandissimo abbraccio. Per continuare a fornire notizie del genere, serve la collaborazione di tutti. Bisogna restare in casa e limitare i propri spostamenti. Tornerà il tempo delle passeggiate lungolago dove potremo riabbracciarci insieme. Adesso restate in casa".

VIDEO I sindaci del Trasimeno e di Corciano ribadiscono le regole

'Insieme ce la faremo' è intanto lo slogan del Comune che apre un conto dedicato alle donazioni: "Per fronteggiare l'emergenza servono collaborazione, generosità e passione - si legge ancora nel post -. Abbiamo dato la possibilità di versare sul conto corrente della tesoreria comunale una donazione volontaria per le motivazioni elencate: incrementare il Fondo Alimentare per le persone bisognose; acquisto di beni , dispositivi di sicurezza individuale, attrezzature e materiali utili per fronteggiare l’emergenza rivolte ad associazioni di volontariato che operano in emergenza e servizi Asl del territorio, medicina di base. Gli estremi per le donazioni sono: IBAN: IT 40 K 01030 38600 000000678320; BIC: PASCITM1P91; Causale: “EMERGENZA COVID19. Un gesto scontato per pochi, ma importantissimo per tanti. L’unione fa la forza, insieme ce la faremo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento