Cronaca

Coronavirus, chi gironzola in macchina e chi cerca asparagi: fioccano le prime maxi-multe

Dopo l'aumento delle sanzioni per chi viola le norme anti-contagio, da Perugia al Trasimeno continuano i controlli da parte delle forze dell'ordine

Dopo l'aumento delle sanzioni disposto dal governo Conte continuano a ritmi ancora più serrati i controlli delle forze dell'ordine, impegnate a far rispettare le norme-anticontagio adottate dall'esecutivo per arginare l'emergenza coronavirus.

Coronavirus, va "a giocare al lotto" con una carabina carica: denunciato un 74enne

MAXI-MULTE A PERUGIA - Le prime multe da 400 euro (si va da questa cifra a un massimo di 4mila euro) sono state elevate anche a Perugia, dove gli agenti della polizia locale con gli agenti della questura hanno fermato due uomini (un italiano e un albanese) che giravano in macchina senza un giustificato motivo. Per loro è scattata la sanzione che potrà essere aumentata fino a un terzo, essendo stati fermati a bordo di un veicolo, e l'albanese - che era senza documenti - è stato anche portato in questura dalla Polizia di Stato per il foto segnalamento.

ASPARAGI - Altre due denunce sempre nell'ambito sono poi scattate a Passignano sul Trasimeno, dove i militari della locale stazione del corpo Forestale dei Carabinieri hanno sorpreso due residenti che si erano allontanati dalla propria abitazione per cercare asparagi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, chi gironzola in macchina e chi cerca asparagi: fioccano le prime maxi-multe

PerugiaToday è in caricamento