Emergenza coronavirus, in corso escalation di contagi. Coletto: "In 16 giorni i ricoveri aumentati del 254%"

Le preoccupazioni dell'assessore regionale che sciorina dati per far capire quanto la seconda ondata è in termini numerici più alti della prima

“L’indice Rt al 20 marzo era di 1 e oggi è all’1,69": l'assessore alla sanità Luca Coletto, nel corso della conferenza stampa sulla riorganizzazione degli ospedali, ha tirato fuori una serie di dati molto preoccupanti che dimostrano la difficile situazione sanitaria dell'Umbria. Uno scenario nettamente peggiore del marzo scorso ed il picco è lontano almeno due-tre settimane.  "In 16 giorni, dal 4 al 20 ottobre - ha continuato - in Umbria si è passati da 48 a 170 ricoveri di persone positive al Covid, il 254% in più, mentre i ricoveri nel reparto di terapia intensiva da 6 del 4 ottobre sono diventati 20, con una crescita del 233 per cento”.

L'assessore Coletto ha ribadito l'importanza di indossare sempre la mascherina, lavarsi le mani ed evitare assembramenti: "Non sono armi spuntate, ma sono le armi fondamentali per arginare il contagio. E' sbagliata la corsa al tampone perchè si teme di essere stati vicini a persone contagiate. Bisogna prima di tutti mettersi in isolamento preventivo e dopo 5-6 giorni ha senso fare il tampone per avere la certezza del contagio oppure no. Farlo dopo 24 ore non serve a niente e non rileva l'eventuale infenzione"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento