Cronaca

Coronavirus in Umbria, curva ancora in calo: "Rt a 0,75 e un'incidenza quasi da zona bianca"

Buone notizie dal nucleo epidemiologico della Regione: "Ottimi dati, vaccini e caldo fattori determinanti"

"L'Umbria è vicina alla zona bianca". Lo hanno detto ieri la 'governatrice' Donatella Tesei e l'assessore regionale alla Salute Luca Coletto, le cui parole trovano conferma sui dati presentati oggi nella consueta conferenza stampa settimanale in cui la task-force fa il punto sull'andamento della curva epidemica.

L'indice Rt calcolato sugli ultimi 14 giorni, come hanno spiegato Carla Bietta e Marco Cristofori del nucleo epidemiologico regionale, è passato infatti dallo 0.83 di una settimana fa allo 0,75 così come l'incidenza media di casi per 100mila abitanti (con i dati aggiornati a lunedì 17 maggio) è scesa a 56,54 e dunque vicina alla soglia di 50 necessaria per entrare in zona bianca (la norma del governo impone che per passarci si debba stare per tre settimane consecutive con un rischio di contagio basso, il cosiddetto scenario di tipo 1, e un'incidenza appunto di 50 casi per centomila abitanti)

"Dal numero di casi attuali possiamo dire che avremo un'incidenza ancora inferiore per scendere sotto 50" ha detto Cristofori. "Siamo vicini a questo dato - ha confermato l'assessore Coletto - e quindi alla zona bianca". In merito alla curva epidemiologica è stato poi osservato che questa "ha preso un andamento in discesa diverso rispetto alle precedenti settimane e scende più velocemente" e per Cristofori "la campagna di vaccinazione e il clima un po' più caldo" sono tra i principali fattori che hanno portato alla scenario attuale.

Coronavirus in Umbria, la mappa del rischio Ue: l'Umbria cambia colore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus in Umbria, curva ancora in calo: "Rt a 0,75 e un'incidenza quasi da zona bianca"

PerugiaToday è in caricamento