rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Coronavirus, mappa del rischio dell'Ue: cambia il colore dell'Umbria

L'aggiornamento del Centro europeo per il controllo delle malattie: solo tre territori della Penisola 'resistono' in fascia arancione

Scendono dalle 5 della settimana scorsa alle 3 attuali le regioni italiane in fascia arancione (tra i 75 e i 200 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti) nella mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) sull'incidenza dei contagi da coronavirus nel territorio dell'Unione Europea.

Coronavirus in Umbria, il report della Regione: "Contagi in salita nella fascia 3-18 anni"

In quella fascia restano Puglia, Molise e Sardegna mentre Umbria e Sicilia scivolano in rosso (incidenza di 200-499 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti) dove restano tutti gli altri territori ad eccezione di quattro: sempre in rosso scuro (la fascia con più di 500 casi ogni 100.000 abitanti nelle due settimane precedenti) si trovano infatti Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta, la Provincia di Bolzano e il Veneto.

Coronavirus, individuato cluster di 92 persone dopo il pellegrinaggio ad Assisi

Cosa significano i colori della mappa dell'Ecdc

I colori della mappa dell'Ecdc non corrispondono alle fasce a colori italiane, questo è bene ricordarlo. Il sistema segue altri parametri.

Verde - Se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%; o se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 75 e il tasso di positività al test inferiore all'1%

Arancione - Se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è pari o superiore al 4%; o il tasso di notifica a 14 giorni è pari o superiore a 50 e inferiore a 75 e il tasso di positività al test è pari o superiore all'1%; o il tasso di notifica a 14 giorni è compreso tra 75 e 200 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%

Rosso - Se il tasso di notifica cumulativo di casi COVID-19 di 14 giorni varia da 75 a 200 e il tasso di positività al test dei test per l'infezione da COVID-19 è del 4% o più; se il tasso di notifica cumulativo dei casi COVID-19 di 14 giorni è superiore a 200 ma inferiore a 500

Rosso scuro - Se il tasso di notifica cumulativo dei casi COVID-19 di 14 giorni è 500 o più

La mappa si basa sui dati che vengono comunicati da tutti gli Stati membri dell'Ue al database europeo di sorveglianza (TESSy) entro le 23:59 di ogni martedì. La mappa, ricorda il sito dell'Ecdc, viene pubblicata tutti i giovedì "a sostegno della raccomandazione del Consiglio su un approccio coordinato alla restrizione della libera circolazione in risposta alla pandemia di COVID-19".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, mappa del rischio dell'Ue: cambia il colore dell'Umbria

PerugiaToday è in caricamento